…sorpresa!!!

Che Spettacolo ‘sta Brigata! Ma soprattutto… che Sorpresa, ‘sta Brigata!

Ho scelto questa foto come simbolo di una sensazione che credo ognuno di noi avrà provato, in momneti diversi, in questo primo anno di vita della BRIGATA TAPASCIONA: Antonio guarda nella busta e ne riceve una gran sorpresa (gradita?…ma sì…sono certo di sì, l’ha gradita, anche se prova a far credere a tutti che non è contento!)

E’ una gran bella sorpresa quella che fanno ad Antonio regalandogli una partecipazione ad una maratona che neanche si sognava di fare!

E’ una gran bella sorpresa la maglia che ci viene regalata come segno di appartenza ad una magica compagnia, la compagnia della Brigata Tapasciona!

Ma è una gran bella sorpresa che tante persone, diversissime tra loro per provenienza geografica, età, sesso, comportamenti, atteggiamenti, ecc. si ritrovino in quel di Parma (nessuno di noi è di Parma, dunque ognuno di noi ha mosso il culo per andarci ed incontrarci, e questo a mio avviso dona maggior valore alla cosa!) per correre insieme, per mangiare (vero Antonio?) insieme. Per trascorrere una giornata insieme.

La sopresa è vivere e conservare, portandosele nel cuore, le immagini di sorrisi, di sguardi, di abbracci, di strette di mano…

Il resto…la corsa come ognuno di noi l’ha vissuta, il ritorno di Max ad un buono stato di salute e di forma dopo l’infortunio, il mio tentativo fatto con Daniele di migliorare il suo miglior tempo nella mezza, la simpatia dello Scianca, la compagnia di Alberto, la genuinità di Billy e Dani, la generosità di Roby, ecc. ecc. è tutto uno splendido contorno di una gran bella giornata.

Ne approfito per ringraziare 3 persone su tutte:

1)Roby, per la sua volontà genuina di immortalare le emozioni.

2)Dani, per essersi prestata ad organizzare il ritrovo gastronomico (qui estendo il ringraziamento anche da parte di Antonio, che ha più di altri potuto apprezzare la buona cucina di Parma)

3)Max, e qui mi si permetta, non c’è bisogno di spiagarne i motivi

Finchè riusciremo a vivere giornate così, le gare e l’agonismo potranno decisamente aspettare!

Alla prossima

Cuore, anima e numeri

Domenica c’è stata la MEZZADIMONZA. A parte l’aver seguito un devastante consiglio di “Max Tapabluff Bertarelli” relativa alla zona in cui parcheggiare (a soli 3-4 km dalla partenza!!!) e il ritorno impetuoso del caldo, direi che è andato tutto bene.

C’era quasi tutta la Brigata Tapasciona, e una bellissima sorpresa: TapaDani è venuta da Reggiolo con marito Velociraptor Billy, e Max me l’aveva tenuta nascosta fino alla fine! Dani, finalmente ci siamo conosciuti!

C’erano Scianca e Giampi come spettatori, Gianluca al suo ritorno alle gare in splendida forma (termierà molto vicino al suo PB nonostante fosse come noi reduce dell’estate) e via tutto il resto, quindi Max, Antonio, Daniele, TapaMario, ecc..

Non avevo intenzione di vivere la competizione, ma di stare un bel po’ di tempo in allegria. Ma siccome, PARECCHIO tempo in allegria siamo riusciti  a passarlo dal parcheggio fino all’autodromo, dove era situata la partenza, decido, dopo i primi 3 km dallo start, di allungare il passo rispetto al folto gruppone di amici. Mi sfugge Gianluca, ma era assolutamente imprendibile.

CUORE: ci metto del cuore per provare a tornare ad un passo decente, e il mio cuore è andato a mille per portarmi al traguardo con una sensazione di corsa e non di tapasciata!

ANIMA: La Brigata Tapasciona è l’anima di questa giornata, in cui persone di sesso ed età differenti si incontrano, vivono una giornata di sport, di serenità e di amicizia. Mi dispiace solo di non esser riuscito a salutarli tutti a causa dei mirei impegni familiari post-gara.

NUMERI: è passato un anno dalla mia prima mezza maratona, proprio qui a Monza, dove avevo chiuso in 1:57′ la più lunga distanza da me mai percorsa. Quest’anno ci ho impiegato quasi 10′ in meno, nonostante sia ancora lontano dalla mia miglior forma di 3-4  mesi fa, quando a Vigevano chiudi in 1:36′. Due settimane fa a Castelrozzone ho chiuso devastato dalla stanchezza in 1:53′, a Monza domenica in 1:48′, ma il mio pb dista ancora ben 12′. Non ho fretta. Tornerà (e spero senza ripensamenti) il fresco, poi il freddo, e per  allora sarò pronto (spero) ad affiancare al piacere delle corse in compagnia, anche il gusto dell’abbattimento di qualche vecchio PB. Fino a dicembre-gennaio sarò concentrato dunque sulla mezza e sui 10km.

Poi, da febbraio in poi…vedremo se mi riuscirà di programmare un bel sogno per l’estate….

Alla prossima

Pubblicato in gare

Bentornato fresco!

Ieri sera è stata una giornata tra le più belle da quando corro! Per un paio di motivi semplici.

1) E’ tornato il fresco, alle ore 19,55, quando ho calzato le mie scarpe, a Monza c’erano 18° 

2) Ho trovato il Parco chiuso per ordinanza del Sindaco a causa del forte vento, e quindi ho dovuto inventare un percorso che non avevo mai fatto prima.

Sono partito con canotta e pantaloncini, con un piccolo briviso di freddo, (sensazione a me ignota da mesi e mesi) ma con una grossa carica di energia. Per motivi familiari avevo poco tempo a disposizione. 35′ per la precisione.

Allora mi sono detto: parto, faccio una ventina di minuti in questa direzione, seguendo la ciclabile e poi torno indietro con un passo più sostenuto, cercando di rientrare in 15′.

Bene. Il fresco mi ha subito parlato, e mi ha detto che del disagio del mese di agosto ieri non ha trovato traccia. Dunque ho dato vita ad un corto veloce nella prima parte, 30″ di pausa e un corto velocissimo (per i miei ritmi abituali!) nella seconda. E così al “giro di boa”, all’altezza del Gigante di Villasanta, ho invertito la direzione, ho incrementato la velocità di marcia, e  – se la sensibilità verso il ritmo è la stessa di sempre – seppur senza particolari riferimenti cronometrici o metrici, credo di aver corso gli ultimi 10′ ad un ritmo attorno ai 3’30”-3’40”. Dopo un mese di delusioni e di disagi, ho avuto al conferma che il caldo è stata la causa proncipale delle mie sofferenze.

Ieri con oltre una ventina di gradi in meno rispetto agli over 40° tovati nel Salento due settimane fa, ho liberato la mente, ho lasciato che le gambe girassero “allegre” e mi sono ritrovato in estasi, mentre mi sembrava di volare.

Bentornato fresco, benritrovato me.

Alla prossima  

Pettorale 259

Eccoci qua! Che belli che siamo, eh?

4 dei tanti componenti della Brigata Tapasciona! Nell’ordine Daniele Verga (tapacognato), Mario Raffanini (tapamariolento), io (il panda), e il “Presidente” (runningmax, detto anche tapabluff).

Ieri con loro ma anche con molti altri amici della brigata e del sito podisti.net, abbiamo corso insieme la mezza maratona di castelrozzone.

Il che vuol dire ritorno al pettorale, battesimo dei gavettoni fatti e ricevuti, ma soprattutto una mattinata in grande e piacevolissima compagnia alla ricerca del divertimento e di una condizione atletica dignitosa. Non fosse stato per il caldo, sarebbe stato perfetto! Organizzazione certosina, percorso piatto.

Per me arrivo nella più tradizionale compagnia con RunningMax, in 1:53′, praticamente “strisciando esausti” negli ultimi 3 km!

Che dire, personalmente la condizione atletica è molto più lontana dal tornare di quanto sperassi, ma considerando che l’anno scorso la mia prima mezza a settembre a monza l’ho chiusa in 1:57′, e poi a marzo ne ho fatta una a Vigevano in 1:36′, ho buoni motivi per credere che ci si possa migliorare anche quest’anno.

Sarà il caso di mettermi in riga subito, perchè gli obiettivi per il 2008 sono piuttosto ambiziosi. Ma avrò modo di raccontarli più avanti.

Alla prossima!