Frammenti di…

59aecf85716648b6a061cbbd08edb5a5.jpg

…una giornata a Missaglia, tapasciando in compagnia.

Ritrovo alle ore 7,45, con parte della Brigata Tapasciona, il sottoscritto, Max, Antonio e Gianluca e gli special guest Mirkuzzo e lo Zio, ovvero il “discesista folle” e il “fumettista scalatore”.  Poi delle comparse, qua e là…

Quattro chiacchiere prima di partire, infreddoliti ma compatti. Poi al primo bivio perdiamo Antonio e Gianluca che in odor di maratona faranno il giro breve da 6 più il giro lungo da 18. Avessero invertito la sequenza magari si stava insieme più a lungo, ma questo è. Io e lo Zio, “assistiamo pacificamente e in modo innocuo” i tacchini Mirco e Max nel “far vedetta sulle pollastrelle”,  evitando di sacrificare energie preziose in vista delle salite che ci aspettano. E così dopo circa 25′ di passo tapascionico, lo Zio mi invita a “provare la gamba” su un pezzo che si impenna con strappi impegnativi ma non proibitivi per un kilometro circa, fino al ristoro dove poi ci divederemo. E’ un piacere vedere che lo Zio ha recuperato buona parte della sua forma, seppur non sia ancora al top, tant’è che riesco a stargli di fianco, non senza “buttare il sangue”, mentre in affanno conquistiamo rapidamente la cima della prima collinetta. Lo Zio ci abbandonerà per il percorso medio dei 12km, e per noi altri seguirà discesa prima e il Lissolo dopo, che affrontiamo “con rispetto” e senza voglia di sfidarci, oramai già stanchi e provati dal clima e dai saliscendi. Nei pezzi di discesa intanto Mirko “sparisce” proiettandosi alla sua consueta velocità della luce, per farsi ritrovare più avanti, dove a causa del nuovo impennarsi della strada e dei sui “ben quattordici kg di troppo”, torna sistematicamente in “clima tapascionico  e rilassato”. Nel finale, a causa di una variante  che ci ha porta per “l’istinto da uomini veri” sulla cima del Lissolo, dove il percorso originale non aveva osato, io e Mirko ci separiamo anche da Max, che ritroveremo nel finale ancor più “ghiacciolato” (come direbbe la mia principessina) che in partenza, un paio d’ore prima.

Raccogliamo i frammenti di noi, e di una giornata piacevole in “compagnia disgregatasi” lungo il percorso per motivi vari. Ma rimane il ricordo gradito di una corsetta allenante all’aria aperta.

Martedi sera si torna a far le cose sul serio, in pista a Besana. Ma subito dopo, pizza e birra in allegra compagnia dgli special guest.

Alla prossima

Frammenti di…ultima modifica: 2008-02-18T10:45:00+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Frammenti di…

  1. la corsa piu fredda della mia (seppur breve) carriera!
    speriamo che marzo porti temperature piu miti…
    a presto

    maso del “gruco”

I commenti sono chiusi.