Festa al Sociale dei Gamber

16490615bb2235a45d0ab1c744235d4d.jpg

 

Inizio con il raccontare, per completezza, che il mio dubbio di venerdi, dopo una telefonata illuminante con Ciro, è stato fugato. La mia condizione attuale (non buona e non in linea con le aspettative) è frutto di una preparazione atletica che ha dovuto prendere scorciatoie allo scopo di concentrare in soli 6 mesi dei cicli di allenamento che normalmente durano due semestralità: il risultato è che ho ancora poca resistenza alla velocità, avendo peraltro allenato pochissimo questa caratteristica che è fondamentelae per un buon quattrocentista, a ncehe a causa di alcuni piccoli infortuni. Soluzione: le prossime tre settimane, nonostante i noiosi dolori ai tendini dei polpacci persistano, mi aspettano due sedute a settimana basate sulla velocità, cioè quartine da 50 e 60 e metri e prove lattacide finali (a volte 500, altre 300 e 200). Senza ovviamente tralasciare le sedute lattacide di quantità e di potenziamento per allenare la forza. Insomma, ci sarà un piccolo passo indietro per erecuperare quanto perso lungo la strada, provando a ripartire di slancio da maggio in poi.

Ma nel week-end ho preso parte ad una festa. Anzi due. Gli ingredrienti proncipali: amici e allegria. Ho cominciato sabato a cena con Mirkuz e domenica al campionato sociale dei gamber, in veste nuova: cameraman, il cui esito finale sarà il montaggio di un video cult, ad opera dello staordinario Sciancato.

In bicicletta, e armato della mia telecamera ho seguito, con grande divertimento ed entusiasmo la gara valida come Campionato Sociale dei Gamber de Cuncuress, gruppo sportivo a cui sono sempre più fiero di appartenere.  La gara è aperta a tutti, anche ad esterni, ed è quindi occasione per incontrare e filmare in allegria Lo Zio, Max, Nicola, Claudia, Tomplaz, Mandellik, Giampi, Gianluca, SuperMariolento (straordinariamente tornato alle corse), lo Stracciari e tanti tanti altri. Passano in secondo piano, ma comunque degne di citazione, le ottime prestazioni di Nicola (nonostante una noia ad un fianco lo costringa ad un piccolo stop), e dello Zio, che pur con poco allenamento mostra tutto il suo starordinario talento e la sua fenomenale tenacia. Un esempio entrambi, da portarmi nello scrigno dei ricordi quando a Bressanone, dopo 250 metri, finiranno le energie e bisognerà andare di forza di volontà pe rcoprire gli ultimi 150 metri. Cito ancora la simpatia e la travolgente e infantile voglia di divertirsi di Max e Tomplaz, che durante la gara e prima delle premiazioni, complice Claudia, si impegnano in prove degne dello spettacolo e della festa tipiche dello spirito del Campionato Sociale dei Gamber de Cuncuress. Il ttto verrà a giorni documenatoa da un video, di cui certamnete pubblicherò il link.

Ma, da oggi, si ricomincia a sudare.

Alla prossima 

Festa al Sociale dei Gamberultima modifica: 2008-04-14T10:25:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo