Scarpe e chiodi

dbfd190e44f18e6fc21c6906aa910bb4.jpg

 

Dopo i deludenti risultati delle settimane scorse, ieri ho rinunciato alla seduta per pioggia (…e per sconforto), così oggi mi ritrovo con le gambe fresche e riposate. E si vede dai tempi ottenuti a fine seduta. Ho eseguito 3x5x50mt, inanellando nelle ultime 4 ripetute, addirittura i miei 4 migliori risultati in allenamento sulla distanza, da quando ho ripreso a correre, cioè da gennaio: per la precisione 6″72-6″77-6″58-6″56. Poi, dopo 12′ di recupero sparo un 300mt come prova lattacida e vien fuori un buon 40″79, a soli 9 decimi circa dalla miglior performance realizzata da gennaio.
Basta davvero poco per passare da un momento di sconforto – in cui arrivi a pensare di dover appendere la scarpe al chiodo, anche prima ancora di andare a Bressanone a provarci – ad un momento di esaltazione, in cui calzi le scarpe che i chiodi invece li hanno sotto la suola  … e ti sembra di volare.
Che dire? Che sia iniziata la ripresa? Non so, ma nel dubbio, meglio non montarsi la testa, nè pensare mai di poter tagliare per primo il traguardo in qualsiasi gara … non mi pare sia conveniente … a giudicare dalla soffiata che mi ha fatto lo Zio.
Eccola qua (Cliccare sul link sotto l’immagine per ingrandirla):
9eb14592767ddfdcb48ec91310e1e4b7.jpg

…sempre più grande, Lo Zio.
Alla prossima
Scarpe e chiodiultima modifica: 2008-04-15T15:49:47+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo