Osare di notte…

98435de33247b850865a981246d50f14.jpg

 

E’ l’1.34. Non dormo, sono sveglio. Mi giro e mi rigiro nel mio letto.

La principessina ha abbandonato il suo lettino e si è appena fiondata nel lettone tra me e la principessa. E si agita. Ed io con lei. Anche più di lei, perchè quando lei si addormenta io continuo a sgranare gli occhi nel buio. Pensieri e immagini si affollano, ma nitidi scorgo due scenari: il primo riguarda il lavoro, cacchio mi viene in mente che ieri ho consegnato un documento ma mancano un paio di dati che mi sono sfuggiti. E di cui mi ricordo solo stanotte, com’è strana la mente umana.

La seconda nitida cosa che mi viene in mente: cacchio! dieci anni fa avevo 37″8 sui 300. Oggi il meglio che ho fatto è stato 39″9. E’ impensabile poter sperare di ottenere lo stesso tempo sui 400mt. di 10 anni fa, se neanche sui 300mt. riesco ad avvicinare il tempo del più giovine Panda.

Ho deciso.

Oggi vado in pista e fermo il crono sotto i 39″, 38″ e qualsiasi cosa. Voglio togliere un secondo dal mio PB stagionale, e voglio farlo sul primo dei 3 trecento che prevede la seduta di oggi. Purgherò lo sforzo nel secondo e terzo trecento? Me ne fotto.

Ore 2.30 circa, non prima, credo di essermi riaddormentato. Ore 9,35, ho osato, l’ho scritto. Ci aggiorniamo tra qualche ora.

Alla prossima

 

Osare di notte…ultima modifica: 2008-05-15T09:40:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo