Ricomporre i pezzi

La schiena è ancora a pezzi. Migliora ma molto, anzi troppo, lentamente. Di ricominciare a correre non se ne parla proprio. Non per i prossimi giorni almeno. Intanto, in preda ad una cirsi di astinenza, ieri ho seguito alla Forti&Liberi l’allenamento di mio fratello e di un gruppo di ragazzi di livello medio-alto. C’è scappato un 500 in un 1’08”, che da vedere non è male. Io nel passato recente non sono riuscito a fare meglio di 1’15”.

Giovedi forse riesco a prendere appuntamento con un fisioterapista esperto (così dicono), che è soprattutto un buon atleta di corse in montagna. Giovane, ma questo non mi spaventa. Ho sempre paura però a farmi trattare la schiena e la cervicale, vista la presenza di ernie, ma la sua frase “non esiste che facendo così tanto stretching tu debba avere tutto l’anno dolor di schiena, qualcosa certamente non va e lo possiamo correggere” mi ha se non proprio conquistato, quantomeno incuriosito. E poi, molto peggio di così non credo sia possibile, dunque magari ci provo.

Sperando di non fare la fine che mi fa fare l’immaginazione dello Zio…

f32eac6ebad24c5e4cdd28261cb5fa0c.jpg

Alla prossima

Ricomporre i pezziultima modifica: 2008-07-15T17:40:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento