Sregolatezza senza genio

Ieri l’affaticamento muscolare ed un accenno di crampi al bicipite femorale e al semitendinoso (…insomma dietro la coscia) sia a destra che a sinistra mi hanno impedito di affiancare (…vabbè…di seguire) Salvino sui 200mt. Meno male perchè il fenomeno 49enne doveva fare 24″5 e invece ha sfoderato 23″5!!!

Oggi allora faccio solo un po’ di esercizi e molte andature per poi terminare con alcune accelerazioni rigorosamente senza chiodate, su distanze varie, dai 30mt sino ai 120mt,  per poi effettuare un giro di pista curando la tecnica e non la velocità, chiuso in 1’03” in distribuzione ottimale. Prima di andare sotto la doccia mi diverto con un bel 100mt in 14 basso. Il tutto con recuperi minimi. Insomma ho fatto quel che si può definire un allenamento alla caz…pardon…confuso, sregolato. Ma oggi mi andava di fare così. Le delusioni del passato sono abbastanza lontane e gli obiettivi del futuro sono sufficientemente distanti per esser rigorosi e prendersi sul serio in un caldissimo venerdì di fine luglio. Tra un po’ parto, destinazione mare e sole. E raggiungerò la mia principessina che è “in dolce ostaggio” dei nonni. Che bello! Non la vedo da quasi un mese. 

Alla prossima 

 

Sregolatezza senza genioultima modifica: 2008-07-25T14:58:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento