I Quattro dell’Orlanda

Anche ieri, martedi – come tradizione vuole – allenamento serale in salita: la Salitona dell’Orlanda.

Piove, poi smette, per un attimo diluvia, poi ancora pioggerellina … ma gli impavidi Quattro dell’Orlanda sono lì sulla salitona. Uno c’ha il cane, l’altro c’ha il garmin, il terzo c’ha la pelata nuova (…a causa di una incomprensione con la signorina del Jean Louis David di turno), il quarto ha il bandana.

 

Ma per rendersi irriconoscibili alle forze dell’ordine, i quattro si lasciano immortalare … solamente in uniforme.

Immag067.jpgImmag066.jpgImmag069.jpgImmag068.jpg

        Diegucc 3 pallucc                   Mirkuzz u’chiarfus                      Danil u’maccaron                  Marcucc u’scurcjh’t         

 

Alla prossima

I Quattro dell’Orlandaultima modifica: 2008-10-29T11:35:00+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “I Quattro dell’Orlanda

  1. :-))))
    Max, vedrai che ora Mirkuz ti dirà che è colpa dell’obiettivo della mia fotocamera…

    p.s.: stasera se fai ripetute (non troppo veloci) facendo slalom tra le PUSGNACCHERE dello stadio fammi sapere, magari vengo anch’io!

  2. Niente alibi Mirkuzz u’chiarfus … e smettila di rubare il cibo a Marcucc u’scurcjh’t , non vedi quanto tu ingrassi e lui dimagrisca???

    Danil u’maccaron

    P.s.: un carissimo saluto a Dani a’tortellon 😉

  3. MARTEDI’ VOGLIO QUESTA CANZONE
    mi sembra calzante con la nostra situazione.

    Sunt una furmiga, sunt una furmiga,
    sunt una furmiga, se g’ho de fa’…
    Ma varda te, varda te che sfiga,
    sunt una furmiga
    e te me pòdet scuscià…

    Sunt una furmiga, sunt una furmiga,
    sunt una furmiga e vöri viagià
    incö sun nada, sö in cima a un’urtiga
    se sun spungiuda,
    g’ho metù mezura e go piö de fià…

    Per me un sass l’è comè’l Galbiga
    perché sunt una furmiga.
    E se te fet una pisada
    l’è cume se verden una diga
    perché sunt una furmiga
    e te me pòdet negàà.

    Sunt una furmiga, sunt una furmiga,
    sunt una furmiga, se g’ho de fa’
    ma varda te, varda te che sfiga
    sunt una furmiga te me pòdet scuscià.
    Per me un sass l’è comè’l Galbiga
    perché sunt una furmiga.
    E se te fet una pisada
    l’è cume se verden una diga
    perché sunt una furmiga
    e te me pòdet negàà.

Lascia un commento