Salita e Giochi antichi

 

campana.jpg

Week end successivo all’ultimo giorno di scuola e di lavoro, prima delle vacanze.  E dunque è un week-end speciale, tutto nostro.

Io vado a correre sul mio cavalcavia che oggi ospita qualche auto e furgone in più in transito veloce e affrettato, ma siamo a ridosso di Natale, ci sta. Mi scaldo faccio un po’ di esercizi di tecnica e poi saranno 2x4x50mt circa, in cui ottengo i tempi medi migliori di sempre. Sensazioni ancora ottime, la preparazione procede benissimo. Solo un piccolo risentimento al quadricipite sinistro mi allarma un pochino inducendomi alla prudenza. Rinuncio con saggezza dunque alla terza serie e passo alla volta di un 500 finale corso in piano e all’80% dell’impegno massimale, che chiudo in 1’31”.

 Poi per tutto il giorno la Principessa a sistema casa prima, e recupera il sonno perso, dopo. Mentre io e la Principessina ci dedichiamo in sequenza ad una full immersion che prevede unduetrestella, la Campana (con tanto di scotch sul parquet a delimitare le caselle) il gioco di  Napoleone,la  preparazione  del pane fatto in casa (alcuni panini tra cui uno a forma di chiesetta …  perché la Principessina va scuola dalle suore!). E la giornata si conclude con la lettura di uno dei 15 libri de I Quindici, per fortuna ha voluto che glie ne leggessi solo uno.

Domani temo che mi toccherà dedicarmi alla Principessa, che gli outlet sentono certamente la sua mancanza. Ma un’oretta per correre la trovo di certo.

Alla prossima

Salita e Giochi antichiultima modifica: 2008-12-21T21:38:00+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento