Che test!

Grande giornata  per me oggi al Giuriati.

Ritrovo in allenamento Marco Giacomantonio e Salvino Tortu (prossimo primatista italiano sui 60mt. Indoor, categoria MM50 – è lui stesso a scommetterci … e io con lui!), e per me si configura una sorta di  festival della velocità, con la possibilità di allenarmi con due dei mostri sacri nazionali delle rispettive categorie, nonchè persone eccezionali. Stravolgo (anzi annullo) volentieri il mio programma del giorno, e dopo il potenziamento  casalingo di ieri, mi allineo al loro programma ed eseguo una seduta che è per me un vero e proprio test. Con ottimi esiti!

Dopo un riscaldamento “moderno” fatto di pochissima corsa e molta tecnica, calziamo le chiodate e eseguo alcuni 30mt fatti con loro, e ci scappa subito il mio primo personale tempone, 3”99, eguagliando il mio PB assoluto.

Poi è la volta dei 2x60mt, dove ottengo la miglior prestazione stagionale, stando addirittura di fianco a Salvino fino al traguardo, con il tempo di 7”40; seguirà poi 7”58, questa volta c’è lui davanti, e va benissimo comunque.

Passiamo a fare 2x80mt. E anche qui siglo il mio personale di stagione con 9”74, stando (seppur di un niente) addirittura davanti a Salvino (…e son soddisfazioni!!!);  poi seguirà 9”91  ma qui Salvino me le suona di nuovo con 9”7.

Chiudiamo con una prova medio-lunga, Salvino con un 120 e io con un 150 e, in spinta non massimale ma in progressione, vien fuori un 19”20. Sullo sfondo Marco dopo i 30mt in nostra compagnia esegue un lavoro diverso, un 3×200 per rimpolpare la sua resistenza alla velocità.

Questa giornata la incornicio, e in piena esaltazione, inizio a pensare seriamente ad una partecipazione indoor, magari con l’ambizione di tirare il tentativo di primato dell’amico Salvino, il 1 febbraio a Castenedolo, in provincia di Brescia.

Che bello correre, lontano dagli infortuni.

 

Alla prossima

Che test!ultima modifica: 2009-01-19T16:34:51+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Che test!

  1. Salvino, grazie….sto facendo l’impossibile per riuscire a tesserarmi ed accompagnarti (in corsia e con le chiodate ai piedi) a Castenedolo, dove spero il “dio” dell’atletica ti incoronerà! Lo meriti.
    😉

Lascia un commento