Terra di conquista

 

 

Podio.jpg

Carugate, ore 17,30, i 32°C rendono la pista bollente e mentre mi cambio seduto sul materassone del salto con l’asta…quasi mi ustiono le chiappe.

Inizia così l’attacco alla DISTANZA per il titolo del 2009 dopo il pasticcio FIDAL del 2008,:quest’anno non mi fanno sorprese e così al momento del “AI VOSTRI POSTI” sono posizionato in quinta corsia. Parto determinato, ai 200mt Lucky mi urla 27″2 (in linea con le intenzioni) e cerco di cambiare passo, ma ancora una volta nel finale non riesco a spingere e chiudoi n 56″54, risultato ancora una volta deludente, che mi vale tuttavia il titolo di Capione Provinciale MM35 sul GIRO. Ed è sempre una bella soddisfazione salire sul podio, soprattutto se il gradino è il più alto.

Dopo di me bissa l’ottimo Luciano sui 1500, chiudendo con il tempo atteso, 4’50”. Grande Lucky, e così siamo in due sul tetto della provincia. Domani mi aspetta il mio 200mt e soprattutto il tifo per il Levriero, che difende il suo titolo sui 5000. Alè Nic, alè!

 

Alla prossima.

Rifinitura

Settimana fatta di millemila viaggi per lavoro, ma martedi trovo lo spazio in tarda mattinata per un lavoro di rifinitura in vista della gara che avrei voluto fare ieri a Giussano, ma che tornando tardi e stanco da Trento non sono poi riuscito a fare. Soprattutto però il lavoro di rifinitura era in vista della manifetsazione a cui tengo abbastanza: i Campionati Provinciali Master di Carugate, sabato i 400 e domenica i 200mt. L’anno scorso andò così.

Martedi, dicevo, Ciro mi suggerisce di provare a fare un 500mt in 1’12” che vorrebbe dire 52″ sul GIRO. A suo dire non dovrei essere lontano, ma niente! quel che viene fuori è un tempo in cui ripeto solamente il mio PB in 1’15”, con gli ultimi 50mt, seppur composti, con le gambe n nettissima riserva e con il lattato che mi pervade le braccia. Poi dopo un ampio recupero un bel 150mt in 18″88, stavolta però le sensazioni sono ottime.

Oggi pomeriggio mi aspetta un bel massaggio per cercare di rimettere a posto queste gambe che continuano a mostrarsi l’opposto della brillantezza: stanche, pesanti e dolenti. E il dolorino dietro la coscia sinistra è ancora lì. Ma me ne fotto. Se anche mi spacco, la stagione volge al termine e agosto sarà comunque di riposo totale.

 

Alla prossima

Fare e rifare

Dev’esser scorpacciata di gare, in questo periodo, e scorpacciata sia.

Ieri su 2 impianti molto belli, a Gavardo e a Mariano Comense, mi cimento rispettivamente con i 200mt e con IL GIRO.

Bene ai Campionati Regionali Master al mattino, dove con 24″94 ripeto sostanzialemente la prestazione della scorsa settimana. Considerando che il bicipite femorale pizziacava ancora e quindi non ho potuto schizzare dai blocchi, non è male. Ho margine di miglioramento.

Male invece IL GIRO, dove chiudo in 56″86 (un secondo meglio della settimana scorsa ma ancora lontano anni luce dal tempo che dovrei fare per ritenere dignitosa la prestazione). Faccio fatica a capirne a fondo i motivi, ma sulla mia gara, i 400mt, continua a mancarmi il finale, anche facendo la prima parte molto lenta.

Forse pochi carboidrati negli ultimi quindici giorni (ho perso un chilo e mezzo di peso corporeo, ma mi sento un po’ fiacco). Forse devo ancora scaricare bene e certamente mi manca la resistenza specifica: e dovrò lavorarci sodo nelle prossime sedute. Nel frattempo gare, gare gare.

Segnalo che ieri hanno corso anche un po’ di amici:

– in primis, il grandissimo Salvino Tortu che segna, con 11″89 sui 100mt, la miglior prestazione italiana di categora MM50. GRANDISSIMO!

lo Zio, al secolo Marco Terraneo, che ritorna alla gare in pista, cimentandosi, dopo oltre 10 anni di assenza dal tartan, sui 5000mt correndoli alla media di 3’30”,  in 17″28. GRANDE ZIO!

Andrea Benatti, curatore del sito www.webatletica.it velocista classe 72 tornato da un lungo infortunio, capace di correre nel 2008 i 100mt in 10″89, ieri autore di 2 ottime prestazioni nei 200 a Gavardo e nei 100 a Mariano. COMPLIMENTI ANDREA!

La stagione della gare è appena iniziata. Ci aspetta un mese abbondante, ricco di gare.

 

Alla prossima

 

Incerottato

 

band-aid-panda.jpg

(disegno de Lo Zio)

 

Il massaggio di ieri sera è stato abbondante, 20 euro spesi bene, per oltre un’ora di strapazzamento muscolare.

E poi sono stato vittima anch’io del trend dell’anno. Un cerottone giallo sul retrocoscia e 3 neri e azzurri ulla zona lombare. Per decongestionare e per svolgere un’azione antinfiammatoria. Dice.

Devo ammettere che a volte senza avergli anticipato le zone dolenti, Maurizio ha individuato le presunte aderenze e a suo dire “le ho rimosse” … a mio dire “non ci giurerei, però cazzo che male!!!”.

Oggi però, sotto un caldo temibile, 15′ di corsetta blanda e 5 allunghi sugli 80mt, e il dolore, seppur ridotto, è ancora lì. Aspetterò pazientemente alcuni giorni prima di dare un giudizio definitivo. Intanto però la sensazione di pesantezza alle gambe, dopo il trattamento defaticante sembra esser scomparsa.

“Una buona idratazione, con questo caldo, conta ben più dei miei massaggi”  mi dice  “Ricordati che una buona idratazione non ti farà mai vincere una gara, ma una non corretta idratazione te la fa perdere di sicuro”. Oggi ho la mia bottiglia di acqua Boario con i suoi 60mg di magnesio.

In queste condizioni di incertezza, però, fare il 200mt domenica ai campionati societari master di Gavardo …bah…forse non è una grande idea. Ma il 400 del giorno prima non posso farlo. la scuola della mia proncipessina ha organizzato la millesima festa di fine anno…probabilmente con il pedaggio della solita libera offerta obbligatoria

 

Alla prossima

Sulla fiducia

Ore 10

Oggi mi aspetta un doppio appuntamento, uno più appetitposo dell’altro. E allora sulla fiducia ieri ho bevuto una Menabrea da 66cl (quella dell’anniversario con etichetta e tappo argento), perchè l’occasione di oggi è ghiotta, e mi sembra di essere in discreta forma.

Due volte i 60mt, poi un solo shot per 80mt, 100mt e 150mt. In pausa pranzo al Giuriati o stasera a Villasanta.

La giornata si chiuderà con un massaggio sportivo defaticante, per controllare anche il quadricipite sinistro che, a dire il vero, oggi dopo 2 giorni di riposo, non mi da quasi per niente fastidio. Speriamo bene.

Ci aggiorniamo…

******************

AGGIORNAMENTO ore 15

Niente di fatto, il quadricipite durante la corsa pizzicava, quindi nessun nuovo PB. Non ci ho neppure tentato. Sono quindi in debito di una Menabrea.

60mt in 7″65-7″81

80mt in 10″11

100mt in 12″27

150mt in 18″77

 

Alla prossima