ConTortu

 

Pane.JPG

Ore 11,30, dopo tante giornate di umido oggi fa capolino un timido sole, che poco dopo diventa più convinto.

Sono a Besana, ai piedi di via Manara in compagnia di alcuni amici velocisti d.o.c., come Giancarlo D’Oro, fulmine d’un 47enne, e nientemeno che i 2 Tortu, padre e figlio: Salvino, neoprimatista italiano 100mt categoria MM50 in 11″65 e  Giacomino appena laureatosi campioncino italiano allievi sui 200mt, con 21″86, ma che oggi ci prende solo i tempi.

Con loro mi scaldo, faccio un po’ di andature, chiacchierando e raccogliendo i loro suggerimenti su tecnica e velocità, prima di eseguire la mia seduta, 3x5x60mt, in mezzo alle ville eleganti della Brianza. Loro hanno in programma un lavoro leggermente diverso dal mio, prove più veloci ma volumi inferiori. Così solo nell’ultima serie riesco a mettermi alla prova affiancando alla partenza prima Salvino e poi Giancarlo. Sono ormai molto stanco, ma lo stimolo è forte e, pur buscandole da entrambi, arrivo ad 1-2 decimi da loro siglando un interessante 8″15 che spicca su una media fino ad allora di 8″40 circa.

Concludo soddisfatto la mia quinta seduta di salite dall’inizio della preparazione invernale, la salute e la condizione atletica iniziano a lievitare, come il mio pane casereccio, da poco impastato per lo Zio e Mirkuz che stasera, dopo tanti tentativi andati a vuoto, finalmente mi onorano della loro compagnìa. E lunedi si ricomincia con il carico.

 

Alla prossima

 

ConTortuultima modifica: 2009-11-28T16:28:00+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “ConTortu

  1. Confermo l’ottima lievitatura del pane e aggiungo che oltre al pane anche tutto il resto era ottimo, dalla compagnia alle mazzancolle.

    un saluto
    dal raviolone!

    ps oggi ho subito un altra botta morale sul mio peso

  2. Ri-confermo pure io tutto quello che ha scritto Mirco!!!!

    Raviolone? Macchè Mircuzzo.
    Tu tieni il fisico alla Russel Crowe!!!

    Ciaoo!

  3. bugiardi d’un raviolone e d’uno zio: avete mangiato le mazzancolle solo per rispetto nei miei confronti. Un gesto di amicizia d’altri tempi, al pari del sacrificio per la Patria.
    🙂

Lascia un commento