La settimana dell’adattamento

Leggo in questi giorni dai blog di amici che corrono, che in questi giorni stanchezza e spossatezza rendono difficile le sedute e i riscontri cronometrici ne risentono subito. Oggi in effetti mi sembrava di stare in forma, dopo 3 giorni di riposo forzato per le elezioni e il  brusco temporale di ieri (…o sono stata la stessa cosa?!), e invece ho fatto una gran fatica, soprattutto per il fiato.

Un 500 in 1’29” con una fatica immane, appunto. Poi con 6′ di recupero costanti, un 300 in 45″49, ancora un 300 in 45″43 e un 200 conclusivo in 28″69. Più o meno in linea con la seduta analoga della settimana scorsa, anche se avrei sperato qualcosa meglio.

Oggi al campo si parlava del mio 56″ netto dell’allenamento di sabato, come se fosse stata una cosa sorprendente…i nsenso positivo .

A pensarci bene, invece, a me sembra un risultato modesto: in fondo un 56″ è fatto, ad esempio, di un modesto 300 in 42″, e dell’ultimo 100, pergiunta lanciato, in 14″. Niente di che, appunto. Vedremo se in queste prove ci saranno riscontri cronometrici più interessanti un po’ più avanti, vedremo. Sono fiducioso, però.

 

Alla prossima

La settimana dell’adattamentoultima modifica: 2010-03-31T21:14:29+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “La settimana dell’adattamento

  1. Si il periodo è di fiacca anche se oggi stavo bene. Sarà il venticello sarà la bella giornata.
    Domenica invece ero a pezzi ….
    Non preoccuparti per il 56″ l’allenamento è stato ottimo e come QR è notevole …..
    Non ci pensare e non farti fisime e in gara molla i freni 🙂

  2. lucky, alla gara del 10 credo che arriverò con l’atteggiamento giusto, tranquillo, sicuro di me, ma senza pretese.
    p.s.: perdona l’ignoranza… cos’è il QR?

  3. Quality Run.
    Nella seconda tabella per il 400 ne correvo uno ogni 3 settimane sul 300 al max dopo un event run affaticante sul 500 dove simulato il ritmo gara solo sui primi 100 e sugli ultimi 100 (14 secondi puntando a 56 sul 400).

Lascia un commento