La motivatrice

Mi sveglio tardi (cosa rara) e con un herpes labiale.

Ho le braccia e le gambe fiacche, e il morale un po’ sottotono. Non riesco a carburare neanche dopo l’abbondante colazione. A pranzo non ho fame e allora provo a prendermi per la gola e controvoglia mi spingo nello stomaco 3 toast con la nutella. Ore 17 circa corro ia Lodi il mio GIRO  d’esordio stagionale … in un pessimo 57″37. Quando tutto e tutti ti dicono che vali almeno 54″. Come volete che mi senta?!

Torno a casa col muso lungo e lì chi ci trovo? La mia principessa che … col suo prezioso napoletano mi dice “O’ Da…ma che curr affà!“, non ha senso … esci di casa stanco … e torni triste … secondo me se domani non  vai alla staffetta 4×400 non se ne accorge nessuno…anzi…forse apprezzano pure. Il tutto col suo sorriso come solo lei sa fare. Ed è solo il suo sorriso ironico che mi tira un po’ su.

Ecco. Questa è stata la mia giornata.

Gambe molli e diffusa debolezza prima della partenza, ma fin già dal mattino. Poi durante il riscaldamneto e fino allo start sembra tutto ok, ma dopo una partenza decisa  e poi via in decontrazione fino ai 200, all’incirca ai 250 le gambe diventano rigide e legnose. Tuttavia  quando arrivo al traguardo piuttosto composto, mi pare pure di aver corso da 55″, non di più, e soprattutto di aver fatto una buona distribuzione (invece neanche quello, il passaggio che mi hanno urlato ai 200 è stato 27″4, quindi 30″ circa per fare la seconda parte…da non crederci!!!).

Che dire di più…forse ha ragione la principessa…

Ora sono a casa e ho le gambe che mi fanno male, le sento pesanti in modo inusuale…ma la 4×400 di domani va onorata. Seppur in ginocchio e con il muso tra i piedi, domani si corre un altro GIRO.

 

Alla prossima


La motivatriceultima modifica: 2010-05-15T20:31:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “La motivatrice

  1. Non commento la gara, non saprei che dire…
    Però una cosa mi meraviglia, che non senti il tempo che stai facendo.

  2. Mi spiace Danì.
    Non so che dirti, non son in grado. Per me è facile arrivare sempre contento, di fatto di sacrifici in allenamento non ne faccio, per cui è fin troppo ovvio che mi vada sempre bene……Per te che hai lavorato tanto è diverso.
    Dai, tieni duro però!
    Ciao, Lo Zio

  3. @califfo: no califfo, mai letto. però che hai ragione sullo scarico credo di saperlo. e stamattina le gambe stanno peggio di ieri

    @nicolap: sì, meraviglia anche me. ma la cosa sorprendente è che sentivo di correre in 55″ ma con ampio margine se le gambe fossero state fresche. la cosa che mi fa stare davvero male è che io sento di poter fare 53 quest’anno, ma poi in gara corro in 57.

    @u zì: avevo anche ri-letto “grandi onde” ieri, e stanotte sai che incubo ho fatto? lo tzunami!!!

    @tutti: non mollo, non mollo. almeno non prima della fine della stagione. poi si tireranno le somme con onestà.

  4. Io in parte ti capisco perchè la stessa cosa mi era successa all’esordio poi ho capito che mi stavo prendendo troppo sul serio, ma questo 57″ è chiaramente molto ALTO per un’atleta dalle tue potenzialità e con una straordinaria velocità di base.

    Credo però che, come dici tu, i conti si fanno a fine stagione. Il motivo? Perchè ormai non puoi cambiare nulla su quello che hai fatto e quindi è il momento di tenere duro! CERTO la rifinitura mi è sembrata assurda anche a me, anche per una gara come l’800…..

    A QUESTO PUNTO testa bassa e cattivi e sono sicuro che farai delle bellissime gare ….

    Una cosa strana è però tutti questi dolori, forse dovresti fare molto più stretching (prima e dopo su tutti gli allenamenti) e dal prossimo anno rivoluzionare il potenziamento …..

    Da quando ho iniziato le gare ( incrociamo le dita ) non ho più dolori ai glutei e ai femorali ( o cmq nei limiti ) e penso sia tutto il frutto del POT e dello stretching …..

    A ottobre e novembre dopo le sedute avevo sempre tanti dolori…..

    Forza Danilo che martedì ci si diverte!

  5. Lucky, non mollo non mollo, c’ho la testa dura. e dopo alcune ore dalle mazzate la testa mi si fa ancora più dura. 😉

    sulla rifinitura…sai, il fatto è che i regazzini fanno i miei stessi lavori. e loro in gara non ne risentono. forse è una questione di metodologie di allenamento da modificare in funzione dell’età, dei diversi tempi di recupero ad essa connessi… e degli acciacchi. o forse è la solita pandite che mi consuma le nenrgie mentali e fisiche, chi lo sa!

    stamattina ho fatto un’ora di stretching. avevo male dappertutto…

    A PROPOSITO…
    …martedì 25 sul GIRO AL xxv aprile… TU non credere di vincere facile!!! 😉

    in quanto alla TUA pista su cui correrari in casa spero non ti faccia l’effetto PREFONTAINE,
    ..mentre in quanto alle buche della TUA pista lo so che le conosci bene…ci sarai caduto dentro un sacco di volte, conoscendoti!
    :-)))

  6. Tranquillo che parto a RAZZO! 🙂

    Sulla rifinitura io mi sono fatto un’idea che penso condividerai dato che l’hai scritto più volte ….

    Io ho sicuramente grossi doti di recupero per questo non patisco (PER ORA) “certi miei colpi di testa” ….lo scorso 400 nemmeno l’ho rifinito anzi ho corso un 3.000 a manetta 2 giorni prima ……ma alla fine il trittico era previsto e mischiare quelle distanze così diverse mi ha cmq permesso di arrivare brillante al 400….

    TU non puoi rifinire con i ragazzini …siamo vecchietti….abbiamo bisogno di una rifinitura tagliata apposta per noi , ma nel vero senso della parola ….magari tu recuperi più lentamente e magari la rifinitura deve essere più dolce …….ogni atleta è diverso, per questo le tabelle vanno cucite addosso …..

    Fermorestando che cmq la tua scorsa rifinitura mi è sembrata più da mezzofondista che da velocista 🙂 …..

    Sulla tattica? Certo alla PRE! e sulle buche? Si Beh un paio di volte eh eh ….dopo metto il video dell’800 di ottobre….:-)))

  7. anche se è vero che noi siamo vecchietti, secondo me quella rifinitura farebbe scoppiare pure il migliore al mondo.
    un 500 2gg prima di un 400???
    come se io, prima di un 10000, il venerdì facessi fare agli atleti un 12500 con ultimi 5 a palla…

  8. mitico califfo…
    🙂
    oggi vi sareste divertiti: un keniano ha corso un 5000 sotto i 13’50” ultimi giri in 1’03”. e ieri aveva corso i 1500 in 3′ e rotti…
    ma lui è un giovane keniano, in effetti.

Lascia un commento