Il GIRO dell’amicizia

 

IMG_2651 (Large).JPG

La sfida sul GIRO tra me e Lucky, al piacevolissimo Campionato Sociale dei Road Runner Milano che da giorni si preparava tra battute varie, mi lascia soddisfatto! Finalmente, era ora. Il clima meteorologico e della manifestazione è sereno e rilassante, sento poco la tensione della gara, e va bene così.

Ma la paura di perdere contro Lucky c’è eccome, visto il suo debutto in 55″88 contro il mio 57″37…

A nulla sembra servirmi il fatto che – mentre lui quest’anno prepara distanze dagli 800 in sù – io son 3 anni che inseguo un crono decente sui 400. Questo gli da un grande merito, è innegabile, a prescindere dal risultato che ci sarà stasera.

Parto in prima corsia, lui in seconda, gli altri sono atleti da 60″ circa, non dovrebbero preoccuparci.

Allo sparo esco bene dai blocchi e i primi 50 metri sono veloci, ma non velocissimi.

 

IMG_2649 (Large).JPG

Alla fine della curva ho quasi agganciato Luky, e sul primo rettilineo lo sopravanzo, e avvicino gli altri atleti che sono sulle corsie più esterne. Ai 200 sento un leggero calo di energie e mi preoccupo di non tenere il ritmo (è troppo presto per crollare e se il CANNIBALE LUCKY se ne accorge mi darà sonore e indimenticabilim mazzate nel finale, penso). E’ il momento di tirar fuori le palle. Ora o mai più. Chè mio fratello mi ha detto tira fuori il carattere … non puoi perderese stasera ti fai battere … lascia stare i 400, non sono per te

Sono in piena curva, e accelero.

Cerco di far capire agli avversari che sto ancora bene e sono ancora in spinta. Convinco loro, e me ne convinco anch’io. Mentre percorro la curva, il loro fiato e io loro passi li sento lontani. Prendo coraggio e mi afffaccio al rettilineo finale.

IMG_2653 (Large).JPG

Qui mi aspetto il mio calo, che c’è, ma non è un crollo verticale come al solito. E qui mi aspetto (e temo) la rimonta di Lucky, che probabilmente c’è  … ma per fortuna non è sufficiente. Sento i tifosi inneggiare e incitare Lucky, e allora temo di averlo vicinissimo, troppo vicino...che stia per tentare il sorpasso? Tieni duro cazzarola, tieni duro.

Mi sforzo di rimanere composto ed equilibrato anche negli ultimi 50mt (…che per me è una rarità!) e chiudo il GIRO,  tagliando il traguardo per primo, in 55″37.

 

IMG_2654.jpg

Quasi il PB del 2009, quasi lo stesso tempo che l’anno scorso fui capace di fare solamente a fine luglio. Ho un secondo di vantaggio su l bravissimo Lucky, stasera, ma soprattutto due mesi di vantaggio su me stesso di un anno fa.

Le sensazioni sono state buone, sono contento e il morale, grazie a questo simpatico siparietto d’amicizia con Lucky, continua a salire. Bravi Road, bravo il Compa speaker e grazie.

Ci vediamo giovedì, per i 200.

 

Alla prossima

Il GIRO dell’amiciziaultima modifica: 2010-05-25T23:15:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

18 pensieri su “Il GIRO dell’amicizia

  1. Spettatore non pagante del tuo capolavoro dal 200 al 300, valeva il prezzo del biglietto!

    Chiaramente eravamo tutti e 2 in calo, ma come ho scritto sul mio post occorre che la testa trasmetta la progressione e TU devi pensare di essere in progressione! In quel tratto hai costruito la tua meritatissima vittoria staccandomi di almeno 1″ abbondante!

    Lo sapevo che avevi nelle gambe un tempo tra i 53″/54″ e ieri in quel campo di patate lo hai ampiamente dimostrato! E non te l’ho detto solo io!

    Ora non devi pensare a nulla se non a correre e per fine stagione vai sicuramente sotto i 54″ …

    Per il 3/06 scarica bene e rifinisci bene e stupirai anche te stesso! :)))

    Dai quel 57″ era OFFENSIVO!!!!

  2. Ah che bello iniziare la giornata con un caffé e la rassegna stampa sulla gara di ieri su ben 2 giornali 🙂
    Tutti contenti vedo, bene.

  3. ah! Da notare sull’ultima foto all’arrivo…
    Sembra che stai correndo un 200 non un 400…
    Questo credo sia molto positivo …quando farai 53″ arriverai PIEGATO altro che bello dritto e in volo come nella foto :-))

  4. ohhh…non vedevo l’ora di riaccendere il pc etrovare i commenti degli amici!!!

    @lucky: sei troppo confidente circa le mie possibilità, il mio valore attuale credo sia non molto meglio di questo risultato.
    cmq all’arrivo non sono mica così composto, secondo me…braccia troppo larghe, il busto torce troppo e il ginoccahia sale troppo, ad ampliare eccessivamente la falcata (vediamo se il califfo è daccordo…)

    @nicolap: contentissimi sì, per le sensazioni e le emozioni, che contanopiù del crono

    @zio: grazie!!! a cantù il 17 sarà dura, perchè sarò a trento temo tutto il giorno

    @califfo: sì, l’uccellino ti ha detto giusto. mi son trovato bene con la distribuzione che suggerisci.
    il prossimo passo credo sia un passaggio più veloce cercando in me stesso la fiducia di tenere nel finale. ma con tutti i crolli inanellati in passato, recuperare questa fiducia qua non è semplice. comunque correre dopo aver scaricato un po’ nei giorni prima, è una bella cosa… ora son curioso di vedere domani sui 200

  5. partenza:
    lucky ha una buona postura bassa e GUARDA IN BASSO, purtroppo le sue braccette alla auschwitz non aiutano (l’anno prossimo rimediamo).
    panda ottimo di braccia.

    arrivo:
    lucky ancora buono di busto, gomiti troppo larghi.
    panda torce il busto (scarso di spalle e core) ma PER FORTUNA le ginocchia sono alte.

    p.s. il cedimento del core nel finale è spesso la vera causa di un brutto finale (come correre col freno a mano tirato), mentre a torto si imputa la cosa a scarsità lattacida.

  6. aspettavo la preziosa analisi del califfo.
    daccordo su tutto…però…
    sulle ginocchia alte nel finale credo tu abbia ragione se in corrispondenza di queste c’è ancora una sufficiente spinta che sorregga il gesto d’avanzamento consentendo di mantenere una buona frequenza oltre ad una buona ampiezza.
    mi avessi visto dal vivo nel finale credo probabilmnete avresti osservato la mancanza di forza nella mia spinta che rende (forse) poco redditizio il ginocchio così alto, facendomi sembrare un runner piuttosto composto … ma che si muove al rallenty, galleggiando inutilmente in aria
    mi sbaglio?

  7. analisi di lucky…

    partenza
    sembro uno sfigato soprattutto nella prima foto, goffo come non mai …al tuttinpista sembravo una libellula qui sembra che passeggio borbottando …ma anche il Panda non scherza si scorge dietro seriosissimo …..

    arrivo
    dalla foto sembro piantato per terra, ma non lo sono, ho appena preso le 2 buche diametro 20 e profondità 5 e sto imprecando a milanosport …..mentre il Panda non crolla! :-))

  8. :-))))
    è vero!!! mi ero dimenticato delle tue buche enormi.
    devi fare troppo una foto a quelle cazzo di buche.
    secondo me se le hai beccate nel finale… hai perso almeno 10″
    :-))))

  9. BRAVO PANDA, vi ho già fatto i complimenti sul blog di Lucky ma volevo farteli direttamente; oggi quando Antonio mi ha detto che avevi battuto Lucky mi sono rallegrato per te perchè voleva dire avere sicuramente avvicinato i tempi che ti meriti (dato che Lucky califoguidato è ormai una garanzia e mi aspetto il tempone domani sera sul doppio giro).

    BRAVI ancora
    Lorenzo

  10. IN OGNI CASO le ginocchia basse sarebbero peggio!
    ginocchia alte e mani alte significano baricentro più alto e traiettoria balistica più lunga.

  11. @califfo…”traiettoria balistica del Panda” … spero LO ZIO non legga questo passaggio…gli verrebbe certamente prurito alla matita…
    🙂

    @lorenzo, ciao e grazie. Fino all’ultimo io e Lucky speravamo ti presentassi al via…dai sarà pre la prossima
    😉

Lascia un commento