In medio stat virtus

DSC02303.JPG

Ovvero elogio dell’Umbria, che conoscevo, ma solo di sfuggita.

Regione che suggerisce momenti di contemplazione e riflessione, che se avessi tanti soldi un casale da trasformare in agriturismo potrei pensare di comprarmelo e cambiare vita. Non che la mia di ora non mi sia gradita. Anzi, tutt’altro. Ma svegliarsi la mattina ed essere tra gente cordiale, genuina e rispettosa della natura e del prossimo, credo sia una cosa impagabile. Gente che ha fatto nella storia e negli anni dello sviluppo sostenibile una ragione di vita. Senza pensare a grandi sistemi, ma cominciando dal proprio piccolo orto. Non voglio parlar male della mia terra natìa al Sud, nè della terra che mi ha accolto, al Nord, ma qui, al centro la vita è una cosa seria.

In questa settimana di relax, corsa niente, solo tante camminate tra i centri medioevali su e giù tra i gradini di mattoni rossi, tra mura antiche e gente moderna. Ma moderna davvero.

Oggi si riprende a correre.

 

Alla prossima

In medio stat virtusultima modifica: 2010-08-24T09:10:29+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “In medio stat virtus

  1. Così mi paici Danì!!!!

    PS
    L’altra sera (sab.) ho pasteggiato a polenta uncia.
    Ritirati, è meglio.
    Ti eviterai un’umiliazione 😛
    …son pronto a distruggerti….ahahahahaah!

  2. …più seriamente….ti capisco….è una delle cose che nelle ultime settimane mi sta mandando in crisi….come sai abito in campagna e ho la diretta possibilità di terra e boschi, anche se non direttamente miei.
    Ma fin’ora non ho mai fatto nulla, trincerandomi dietro la scusa “non ho tempo”, per fare altre cose.
    Ultimamente mi sembra che sto buttando via un grosso dono della sorte……

  3. L’Umbria è bellissima! Qui negli states non sai come ci inviano il nostro bel paese……geograficamente parlando!

    Certo che il Panda è prorprio un bel ragazzo :-)))))

    Sono 2 gg che non mi alleno! DEPRESSIONE! Qui sembra tornato l’inverno!!!!!! Pioggia e vento molto forte e devo fare il 4×300+3×200+2×100 skipA…..

  4. @Uzì e @uzì uncio: e tu trasforma casa tua in agriturismo! oppure prendiamoci un bel casale o rifugio anche col levriero e mirkuz. Lì potresti nasconderti per la vergogna della tue sconfitte nella gara di polenta uncia; un consiglio: è inutile che ti alleni da solon in estate per sfigurare contro di me in inverno!
    e ti dirò … secondo me anche Lucky sarebbe competitivo…o no Lucky?!
    😉

    @Lucky: sono irriconosciile in questa foto eh, dì la verità!!! è merito dell’aria dell’umbria :-)))
    dai che quando torni la nostra gara sul 600 ce la facciamo tirare da Rudisha…1’15” ai 600…roba da altro pianeta…

  5. La mia supremazia con la polenta uncia sarà impressionante.
    Preparati.

    Comunque, cacchio, son sempre magro ma mi è venuta la pancetta! (peggio di quella che vedesti tu all’arena….)

  6. Se mi è consentito….anche in anulare stat virtus!!
    Guarda una mano, di fianco al medio, a sinistra c’è l’anulare.
    Guarda una carta geografica, di fianco all’Umbria, a sinistra, c’è la Toscana.
    L’Umbria l’ho già saccheggiata e so bene quanto è stupenda.
    Sono appena tornato da 1 settimana in Val d’Orcia: questa è semplicemente meravigliosa.
    Alle 10 finiti i fanghi termali (Bagni S. Filippo, cerca in internet e ti stupirai di cosa trovi), zompare in macchina su strade bellissime, quasi senza traffico, rilassato a 60 all’ora, borghi da favola, cucina da favola, gente meravigliosa. Alla fine sapere che farai di tutto x tornarci l’anno prossimo (è il mio futuro da artrosico). Cmq dicono che anche in indice stat virtus…..sembra che anche le Marche non scherzino!
    Aloa.

  7. Vero, le Marche le ho visitate lun paio di anni fa, la Toscana una decina di anni fa. Però, permettimi, la gente dell’Umbria mi è parsa più genuina e pacata. Solo impressioni, magari.

    😉

Lascia un commento