Di nuovo veloci

Beh, certo non proprio come un velocista D.O.C.

Ma gli 80 metri corsi ieri senza chiodate (ma con le vibram!) e soprattutto senza dolori a bicipiti e glutei vari, e  dopo una settimana di noncorsa, mi hanno lasciato ottime sensazioni e un bel riscontro cronometrico. Corro con Riccardo poco prima di un gran temporale e considerando che non avevamo voglia di forzare più di tanto, i tempi ottenuti mi danno un certo conforto. Prima 3 accelerazioni in 4″51-4″30-4″23. Poi 2x3x80 corsi in 10″15-10″16-10″23. e ancora 10″13-10″40-10″25. Chiudo con le pile un po’ scariche (la forza e la resistenza alla velocità…queste sconosciute!!!) correndo un 100 in 12″61, curando tecnica, postura e frequenza.

Dopo un anno di rinuncia parziale alle sedute di velocità, questa seduta me la son proprio gustata. Nei prossimi giorni magari ci scappa un test  serio con chiodate per vedere se nel 2011 sarà il caso di tornare a gareggiare, dopo 12 anni, ancora su un 60mt indoor.

 

Alla prossima

Di nuovo velociultima modifica: 2010-08-25T08:24:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Di nuovo veloci

  1. cavolo! Però devi allungare un po’ altrimenti sul 600 non avrai scampo …

    Io inizio la preparazione la prima sett di novembre….pensavo di fare il 600 la terza di ottobre dopo i regionali / provinciali …..che ne pensi ?

  2. Lucky, e vabbè, al limite ci faremo un sessanta anzichè un 600 … in fondo che vuoi che sia togliere uno zero…
    :-)))
    sì, dai, quando siamo una forma decente tutti e due ci “spacchiamo” sul 600. Dopo i provinciali/regionali dovrebbe andar bene. Ma senza lepri. Voglio sia gara vera, fisica e tattica insieme. Che ne dici?
    😉

  3. si, si d’accordissimo!

    Ci portiamo Frederic che ci porta al 500 in 1.19 poi sugli ultimi 100 ci scanniamo :-))))))))

  4. @Lucky: noooo…senzaaa leeepreeee. voglio l’ebbrezza della gara tattica.
    A proposito…ovviamente il giochino è aperto anche allo zio e al levriero eh?!
    e poi a settembre si replica con i giochi senza forntiere di montevecchia. Che l’uovo fritto non era niente male!
    😉

Lascia un commento