Scossone

Oggi rientravano tutti i regazzini dal ritiro estivo.

Mi aggrego a Sergio e Flavio, atleti da 48″ circa sul GIRO. Ostacoli analitici per mobilitare le anche che non ce n’è mai abbastanza. Poi allunghetti, accelerazioni che però io trasformo in fly (brevi distanze lanciate) e poi si parte con il cuore della seduta.

Cinque volte i 100, corsi con le vibram in 12″70, 12″57, 12″86, 13″17, 12″75. Un po’ veloci per quel che Raffaele mi aveva suggerito (fai 13″5, per esercitarti a memorizzare il ritmo gara). Ma la compagnia di gente veloce – si sa – lo scossone alle gambe te lo da, eccome.

Poi dopo una decina di minuti di recupero andiamo per un 600, che vorrei correre al fianco di Sergio in 1’40”, ma viene fuori 1’45” (era comunque il ritmo che Raffaele mi aveva chiesto si tenere), perchè stare al suo passo significava tirarmi il collo, e non era il caso. Avrei terminato, ma lui poi corre un 400 in (1’02”), e allora io mi aggrego, ma solo per un 300 del suo GIRO, che corro in 47″ netti, devo dire  abbastanza facili.

Oggi tutti parlavano delle gare delle gare all’Arena l’11 e 12 settembre … ma francamente non ho molta voglia di gareggiare.

Piuttosto il meeting serale del 9, all’Arena, da andare a vedere, quello sì.

 

All prossima

Scossoneultima modifica: 2010-08-30T23:39:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento