Non mollo

Il polpaccio fa male. Inutile girarci intorno.

Oggi ho fatto un tentativo ulteriore, ma pur riuscendo a portare a termine una seduta blandissima di 3x4x100 in 17″ e rotti con 1′ di recupero tra le ripetute e 2′ tra le serie, sento le stelle ad ogni appoggio col sinistro e corro zoppicando. Ormai mentre corro mi pare davvero solo un dolore tipo  forte contusione, e chissà se ha senso insistere con la corsa in queste condizioni o non sia meglio fermarsi per un po’.

Raffaele dice che se proprio voglio gareggiare il 9 e il 10 per tenere la condizione atletica attuale pur senza poter fare sedute di qualità, basta vivacchiare (se riesco a stringere i denti) con sedute come quella di oggi. Ma anche lui consiglierebbe uno stop.

Ormai se avanti così, si tratterebbe solo di presenziare, ai provinciali e regionali, più che correrli. E a questo punto se la difesa del primo titolo e del secondo diventa insensata, tanto vale passare all’attacco, sui 100 metri piani, che se anche fa male il polpaccio alemno passano in fretta … e poi, su questa distanza una medaglia non l’ho ancora mai cercata.

In questo limbo, comunque, quatto quatto … 2-3 volte a settimana 4×100 addominali e 2×25 piegamenti sulle braccia, che servono sempre.

 

Alla prossima

Non molloultima modifica: 2010-09-29T21:34:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Non mollo

  1. vediamo se ha ragione ferrari con la sua teoria del “paradosso-collio”… qualche anno fa collio fece una stagione strepitosa dopo un fermo per infortunio, vivacchiando…

  2. memore del mio 4.56 sul 1.500 e del ritiro alla gara dopo io ti consiglio caldamente uno STOP!

    tanto non ci tieni nemmeno tanto …fermati e riprendi dopo con la nostra sfida eh eh …sarei disposto anche a giocarmi la mezza distanza visto che sei in ritardo (300 anzichè 600)

    :-))
    a parte gli scherzi, ti assicuro che a luglio a correre di MERDA ho sofferto tantissimo psicologicamente…avrei dovuto fermarmi …

Lascia un commento