The seed 2.0

Uno dei brani (e che interpretazione!) che da anni mi torna in mente con una insistente frequenza. Non solo quando corro.

Sono impazzito per ritrovarlo, per forza, sia loro che lui erano per me sconosciuti prima di questo brano. E non credo neanche abbian fatto cose straordinarie dopo. Questa è la versione live, primi anni 2000.

Spero piaccia. Per me, spacca.

 

 

 

 

Ritmi

La mattina a stender grassello di calce, e subito dopo fare 3 km di corsetta blanda al fianco della principessina che sta imparando ad andare in bici. Il pomeriggio al lavoro in ufficio e  la sera allenamento. Così da un po’ di giorni. Sono un po’ stanco, in particolare stasera, ma almeno sto riprendendendo una mia forma delle più decenti, lontano dal periodo dei tormenti da infortunio.

Ancora con Sergio (ho scoperto che  è stato campione itraliano under23 sul GIRO!!!) e Flavio, stasera. Il mio 2011 sarà sempre più in loro compagnia.

Quanto vuoi fare sul GIRO? diciamo 54″…ok, allora oggi facciamo 2×100, un 150 e un 200 all’85% del ritmo gara per fare 54″, poi chiudiamo con un 400 al 90-95% circa, cioè in 58″ circa.

I primi 2×100 esagero un po’ e faccio 12″83, 12″46. Il 150 corso con ottime sensazioni lo chiudo ancora un filo troppo veloce in 19″10. Il 200 fila via liscio in 26″45. Ma poi avverto le gambe un po’ molli. Un po’ il timore classico per il GIRO e un po’ la stenchezza fisica, parto cauto per il 400, passaggio cauto in 30″, ma tengo nel finale chiudendo in 59″30. Sergio si è fermato per un dolore, Flavio stacca 52″2!

Ora vado a dormire, che sono veramente stanco. Che domani mi aspetta ancora il grassello.

 

Alla prossima