Esse-Ti

Cioè mi si è scaricato il cronometro.

E allora ne traggo beneficio, o almeno ci provo. Stamattina al parco di Monza non ci sono i regazzini, e allora da solo e senza verifica del tempo impiegato, dopo 3x30mt di skip in slaita, passo alla velocità, sempre in salita: 2x3x50mt, e mi sento subito stanchissimo. Di braccia, di gambe. Non dolori, ma proprio stanchezza. Macchèmefrega, penso, tanto non ci sono testimoni nè oculari nè di display, quindi la seduta di oggi rimane tra me e me. Poi corro una volta gli 80mt. E dopo questo, mi sento stranamente meglio.

Si ferma a parlare con me, nei miei circa 6′ di recupero (sei minuti a sensazione, eh!), un simpatico e cordiale signore che da due anni è in pensione e da allora passa 4-5 ore al giorno nel parco col suo cane. Mi racconta della sua mamma di 84 anni che ieri ha tirato fuori un quaderno di sua nonna, del 1912, con su scritte ricette, un po’ in dialetto e un po’ in italiano, con dei titoli tipo Torta della zia Paola, o Pizza con le patate, quella buona.

E’ ora di salutarlo e di ripartire per due giri da 400mt in saliscendi. Dopo un po’ di recupero via per un ultimo giro, da 400mt e si torna alla macchina tra passo e corsetta. La seduta alla fine non credo sia andata male, ma la sensazione è strana, è un po’ come essere senza benzina. Certo che avrene per fare una cosa così, sarebbe un’altra storia.

 

Alla prossima

Esse-Tiultima modifica: 2011-01-16T15:51:00+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Esse-Ti

  1. dai che mercoledì ti rifai alla grande :-)) ….contrariamente io ho messo a dura prova il mio piede e dopo il lavoro lattacido ho fatto un lento, un 6×800 e oggi un medio di 8K + palestra! :-))

    mercoledì è un 8×400 +5x200SALITE ….nella email ho scritto eroneamente 8×200 +5×200

Lascia un commento