Lontano Lontano

Venerdì al rientro dai soliti 500km circa per una giornata di lavoro in Trentino, faccio in tempo a inforcare la mia MTB Specialized e dirigermi verso Canonica e provare la salita di un paio di km fino a Tregasio. Rientro da Biassono, mi infilo nel parco e lì tra sterrato, ghiaia e asfalto torno a  casa dopo quasi 1:50′ e 32 km compiuti. Non una grande uscita, ma considerando che non usavo la bici da anni, è stata una grande – ma molto piacevole – faticata.

Sabato riposo, domenica mattina vado in pista a provare ritmi gara. Le gambe sono ancora appesantite dalla bici, ma provo lo stesso, mentre sullo sfondo la prinicipessina gioca a palla, salta gli ostacolini e prova a fare un GIRO imitando lo sport del suo papà.

Alcune accelerazioni sui 30mt mi danno subito da capire che sarà dura, 4″6-4″3. Poi 2x50mt in 7″10 e 7″02, cercando di stare sui 6″8, senza però riuscirci. Poi un 100mt centrato in pieno in 13″55, come da obiettivo. Dopo 9′ corro un 150mt in 21″ netti, cercando di stare un secondo meglio, con l’anca sinsitra che si scompone e fa un po’ male. Dopo altri 8′ un 300mt con partenza dallo start, quindi con doppia curva, cercando 40″ e rotti, ma trovando solo un 42″22.

Non è giornata, capita, pazienza.

Al pomeriggio però il senso di incompiuto mi riporta ad inforcare la MTB e pedalare in scioltezza  e frequenza (110 pedalate al minuto) un 10km attorno allo Stadio in 30′ circa.

Stamattina gambe ancora un po’ pesanti e anca sinistra fastidiosa.

 

Alal prossima

Lontano Lontanoultima modifica: 2011-05-16T09:06:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento