Cingcind

Temperatura ottimale, circa 20°C o poco più, alle 18,30.

E’ la giornata in cui un po’ tutti svolgono lavori ad intermittenza come li chiama Raffaele. Per cui tutti lavori tra andare e tornare sul rettilineo, chi fa i 60, chi i 100, tutti con 30″ di recupero. Perfino gli ostacolisti  fanno una cosa simile, con ostacoli messi quindi in due corsie, una fila in un senso e una nel suo opposto.

E anch’io ho una seduta analoga, 2x(4×200), recupero 1′, che corro in 34″ e rotti, con ottima facilità di corsa.

Poi mi toccherebbe un 600 all’85%, ma Sergio e Tommy devono fare un 500 in 1’20”, per cui chiedo a Raffaele di potermi aggregare a loro, ma tanto già so che loro voleranno ben oltre l’1’20” (faranno infatti 1’16” e 1’12″e Raffaele si incazzerà!). Risultato personale è: 15″e rotti ai 100, 31″ ai 200, 47″ e rotti ai 300, poi penso solo a correre bene, e chiudo perfettamente in linea con l’1’20”. Ottime sensazioni di corsa decontratta.

In doccia poi, sulla scia dell’entusiasmo, si deciderà che il mio GIRO dell’anno, con Sergio, lo corriamo venerdì 29. Lui di fianco a me, a dettarmi il ritmo giusto e vedere cosa valgo.

 

Alla prossima

Cingcindultima modifica: 2011-07-19T10:44:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento