Parco parco, Menabrea n.20

parco.jpg

Ieri con Max arriviamo in bici al Parco di Monza alle 18,30.

(non mi stancherò mai di sorprendermi e godere del beneficio di avere una realtà così meravgliosa a pochi passi da casa mia)

Sulla salita del Saint Georges Premiere, ex fagianaia e ora ristorante d’elite, c’è una folla di gente mai vista, saranno state una decina di persone che andavano e venivano su quei 100mt di salita all’ombra, oltre ai podisti e ciclisti di passaggio, al punto da rendere difficoltoso trovar lo spazio per allenarsi decentemente senza dover fare troppi slalom. Colori meravigliosi, leprotti che a pochi metri da noi zompettano felici…e a condire il tutto…una bella ragazza che sfila su e giù per la salita, facendo camminata veloce per rassodare i glutei (a occhio direi che l’operazione le riesce con successo!) 😉

L’atmosfera rilassata di metà agosto, la buona compagnia, e lo spettacolo della natura conferiscono alla mia seduta che sto per iniziare una serenità ed uno stato di grazia particolari. Mentre Max, dopo un anno di stop forzato si emoziona nel (ri)prendere confidenza con la corsa, io inanello un po’ di prove sprintose in salita: 3×60 in 9″ bassi, 2×80 in 12″ basso e 11″alto, un 100 in 15″ e rotti. Recupero circa 8′ e parto con il GIRO da 395 metri in saliscendi, dove il vecchio personale era di 1’05”. Lo corro per due volte, con meno di 9′ di recupero, fermando il cronometro tutte e due le volte su 1’03”, migliorandomi addirittura di qualche decimo nella seconda prova. In questo peridodo scoppio di salute e ne ho la riprova!

Sono soddisfattissimo, riprendiamo la bici e andiamo con Max ad esplorare il tratto del parco nei pressi dell’autodromo, dove c’è un kilometro segnato alla perfezione ogni 100mt. E qui che si tornerà stasera, per fare un po’ di ripetute sui 100metri con recupero breve.

Ma la cosa che mi tenta di più, lo confesso, è aver trovato qui il GIRO CHE NON GIRA, ovvero la possibilità di fare un 400 metri tutto dritto…E prima o poi vengo a provarlo, eccome se vengo.

 

Alla prossima

Parco parco, Menabrea n.20ultima modifica: 2011-08-10T09:58:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Parco parco, Menabrea n.20

  1. prima si torna alle origini, ai campi, alla terra …poi si pensa e si ripensa, si torna su un vecchio amore lungo 395 metri per riassaporare il gusto del PB

    ….poi si vede il vecchio amore dappertutto anche su asfalto tutto dritto ..

    il passo è breve per tornare a morderlo in pista 🙂

    Bene ora vado a farmi un giro da SPORT AUTHORITY!

Lascia un commento