Profumi e sapori d’estate

Parco 10-08-11 010.JPG

Fonduta di burro, toma piemontese, latte e ricotta fresca. Amalgamare con 2 rossi d’uovo e posare sul fondo del piatto.

Adagiarvi sopra un nido di troccoli al ragù bianco, impreziosito con gherigli di noci e spolverata di cannella.

nido bianco2.jpg

nido bianco.jpg

Il tutto viene particolarmnete bene se preceduto da un antipasto di 10×200 in 37″, recuperando un minuto sicck sicck, poi lasciare riposare per 9′ e spararsi un 500 in 1’40”, oggi venuto un po’ al dente, perchè corso in 1’25”, ma va bene lo stesso. Ovviamente ancor più gustoso l’antipasto, se in compagnia di Max e, oggi, con la straordinaria presenza anche di suo figlio Davide, fisico da scalatore purosangue, mica come il padre.

 

Alla prossima

Profumi e sapori d’estateultima modifica: 2011-08-10T23:27:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Profumi e sapori d’estate

  1. Ehi, ciccio, il padre ne ha anche 57!
    E il fisichino regge ancora se è vero che domani ti porto su a Montevecchia e poi ti riporto giù.
    Vediamo te tra vent’anni, nè?
    Però certi piatti evita di postarli, c’ho ‘na fame…
    Gran bella presentazione, davvero, sento il profumino che esce dallo schermo, entra dolcemente nelle narici, pervade lievemente l’apparato gustatorio, titilla maliziosamente il piloro… speriamo non si tramuti il tutto in strazianti sconvolgimenti intestinali.
    Quelli che ho ogni volta che leggo che proprio non sei capace di mettere un post senza indicazioni di tempi!

Lascia un commento