Questa estate strana

In questa estate strana, come cantano gli zeroassoluto, più cibo che mai, di quello cucinato più che mangiato.

La schiena è stata un tormento nel week end e quindi ho potuto concentrarmi sulla passione crescente del momento, i fornelli.

Ecco alcune delle realizzazioni di questi giorni:

Raviolo aperto, con filigrana ottenuta con foglia di prezzemolo sgranata, con ripieno di tonno a pinne gialle, capesante, impreziosito con crema di mazzancolle e burro fuso, servito in guscio di capasanta.

raviolo aperto.jpg

Cacio e pepe, semplicissimo come tradizione vuole, solo decorato con una fogliolina di salvia

cacio e pepe.jpg

Nido di mazzancolle e zucchine, adagiato su crema ottenuta con burro fuso, spumantino dolce, prezzemolo, zucchine e mazzancolle

nido di gamberi e zucchine.jpg

Gemelli con tonno prezzemelo e limone, con rosmarino, buccia di limone grattuggiato e spolverata di pan grattato scottato con olio evo

fusilli al tonno.jpg

Ah, oggi la schiena mi ha dato un po’ di sollievo e allora attorno allo Stadio di Monza, con fascia lombare di supporto ai muscoli ancora un po’ provati, ho corso 4×600 in 2’15”, recuperando 3’30”.

Se domani va meglio si torna a fare salite al parco, col giro finale dei 395metri in saliscendi, ché vorrei farlo in un minutino sick sick (PB ad oggi 1’03”!).

 

Alla prossima

Questa estate stranaultima modifica: 2011-08-15T13:43:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Questa estate strana

  1. Ho come l’impressione che questo blog stia cambiando tendenze 🙂 tra poco leggeremo Cooking Panda 🙂

    Buon Ferragosto, qua non sanno manca cosa sia! E oggi piove di brutto e io ho lo spec 800 mannaggia…..

  2. Tranquillo Lucky, la voglia di correre c’è sempre e anzi in questo periodo, sgombra da obiettivi e gare, sta aumentando e ritrovando la sua più sana dimensione free, ma col mal di schiena che posso fare?! 🙂

Lascia un commento