Tante parole, poca corsa (ma mi pare buona)

La settimana appena conclusa mi ha riservato alcune sgradite sorprese, per cui saltano un po’ di cose, ill 200 di mercoledì all’Arena con Lucky, la staffetta di giovedì al Giuriati con Alessio e il Levriero, la sfida con lo Zio sull’alpe del vicerè… e soprattutto salta un po’ di serenità.

Ma ogni preoccupazione, sul fronte più importante, sembra destinata a rientrare.

Nel frattempo riesco a portare a termine Nessuno lo saprà di Enrico Brizzi che nonstante ben scritto e gradevole, era rimasto per troppo tempo appeso a causa dei recenti eventi familiari.

Il libro conclude la lista dei libri di agosto: In alto a sinistra di Erri De Luca, La confraternita dell’uva e Chiedi alla polvere, di John Fante e Il meccanico Landru di Andrea Vitali. Dimenticavo … si segnala anche un clamoroso ritiro dopo olre 50 pagine, Il signor Malaussene di Daniel Pennac, che ho trovato francamente illeggibile. Anzi, confesso che non ci ho capito un cazzo.

Il tutto lascia quindi spazio alla nuova lista destinata a occuparmi almeno tutto ottobre, se va bene: il primo appena inziato è Con le peggiori intenzioni di Alessandro Piperno, cui seguiranno 1 giallo e 1 romanzo di Francesco Guccini, che già, e da tempo, stimo e apprezzo come cantauore (poeta?), e Non solo ciclismo di Lance Armostrong, che mi ha sempre entusiasmato come ciclista sin dal suo giovanile esordio, post triathlon, negli anni in cui anch’io sognavo di poter proseguire la strada del ciclismo.

Ah, sabato però riesco a farci stare praticamente senza riscaldamento, stretching e defaticamento – roba di lusso in questo periodo – 4×600, recupero 3’30” in 2’15”, 2’09”, 2’15”, 2’08” e poi del tutto a sorpresa in un ritaglio di tempo inventato dal nulla, 4×300, recupero 3’30”, in 47″2, 48″2, 47″6, 46″1.

 

Alla prossima

 

 

Tante parole, poca corsa (ma mi pare buona)ultima modifica: 2011-09-25T22:21:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “Tante parole, poca corsa (ma mi pare buona)

  1. Però son da leggere in cronologia (il paradiso degli orchi per primo, poi la fata carabina….).

    In effetti fino alla “fata carabina” ci sta dentro, poi un po’ tende a “svaccare”…..

    Ciao

  2. Però son da leggere in cronologia (il paradiso degli orchi per primo, poi la fata carabina….).

    In effetti fino alla “fata carabina” ci sta dentro, poi un po’ tende a “svaccare”…..

    Ciao

  3. @uzì: in effetti mi parevca desse per scontato una serie di cose che non capivo. Di Pennac ho letto “Diario di scuola”, apprezzandone sia l’autore che il testo, ma non è un romanzo, diciamo un “semi” saggio.

    @Lucky: :-)) e dire che odio da morire paccare…spero che non siano gli unici PB a cui sono destinato. A proposito … a quando la nostra sfidazza sul 600?

  4. Panda scrisse: “Il tutto lascia quindi spazio alla nuova lista destinata a occuparmi almeno tutto ottobre, se va bene: il primo appena inziato è Con le peggiori intenzioni di Alessandro Piperno, cui seguiranno 1 giallo e 1 romanzo di Francesco Guccini…”

    Non è che ne sia molto sicuro, ma, forse, dovresti lasciare spazio anche per un romanzo che hai letto mesi fa e non c’hai capito un’emerita fava.
    Forse, nè? Però non si sa mai, lascia spazio…
    🙂 🙂 🙂

  5. 🙂 c’ha provato.
    Adesso sa di che tempra sono fatti i maratoneti (anche se ex ma sempre maratoneti) e lo sta rimettendo a posto com’era prima.
    Farà schifo lo stesso, ma almeno è uno schifo tutto mio.
    Ciò non toglie che tu non c’hai capito un’emerita fava.
    🙂

  6. Max.
    Devi farglielo leggere “a ripetute”.

    Proponigli (o propinagli) un:

    3×15 pagine, rec. 2 minuti + 8×3 pagine in progressione con una pagina lenta tra una serie e l’altra.

    Vedrai che ce la fa.

    Credimi.

  7. 🙂 Grande Zio. Ottima idea.
    Lo inchiodo alla recinzione del campo di Villasanta e cominciamo con le… ripetute.
    Nei 2 minuti di recupero mi deve fare il riassunto, alla prima incertezza giù mazzate!
    Hai voglia se stavolta lo capisce.
    🙂

  8. @max e uxì: su questa cosa delle ripetute di lettura sto ancora ridendo.. :-)))))))))

    @lucky: per la sfidazza se vuoi facciamo dopo il 16…così lottiamo da coetanei, 38enni entrambi, ad armi pari.
    😉
    Il 13 abbiamo la sfidazza staffetta io con Alessio e tu con Nicola, ricordi?

Lascia un commento