Parioli, parioli, parioli

Settimana quasi interamente passata a Roma, dove tra stanchezza e lavoro, riesco a correre solo una 40ina di minuti scarsi tra le larghe strade dell’elegante quartiere dei Parioli, dove al mattino le belle donne accompagnano a scuola i loro biondi piccoli lord tutti vestiti uguale di cachemire azzurrino e moncler blu, e alla sera mentre parlano al telefonino guardando dalla parte opposta della strada che stanno percorrendo col loro SUV, all’improvviso inchiodano e quasi ti investono sulle strisce pedonali, e ma tu correvi…vuoi vedere che mo’ te dovevo pure pagà pe nnovo! Ma tu m’vedi a  sto pazzo aoh!

Il venerdì, al rientro al Giuriati provo un test che le condizioni generali avrebbero dovuto sconsigliarmi di provare – gambe stanche e sonno arretrato – ma per accontentare il grillo parlante che è in me eseguo comunque.

Un 500 in 1’19”, con passaggi regolarissimi da 16″ circa ogni 100mt, e  dopo 8′ un 300 in 45″ netti, che mi fa provare una significativa sensazione di lattato su glutei e arti inferiori che da tempo non provavo più. Risultato del test? Mmm…per esser diplomatici…diciamo così così

Si conclude quindi finalmente il primo periodo della mia tabella sperimentale, che alla fine copro per qualità e quantità per il 75% rispetto alla baseline. E in questo periodo non posso lamentarmi.

Oggi si ricomincia con nuova linfa, ed entro domani dovrei riuscire a mettere a posto una nuova tabella.

Alla prossima

Parioli, parioli, parioliultima modifica: 2011-11-28T09:46:29+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento