La messa è finita, tornate in fretta

Venerdì mattina alle ore 10, con un clima strano che sembra umido ma che forse è secco, in 22 minuti ci faccio stare riscaldamento e seduta: 3x(300+100), cercando di far stare la somma di ogni serie entro i 60″. I recuperi sono di 1′ tra le ripetute e 5′ tra le serie. Corro in 46″9 + 14″9 la prima serie e in 45″7 + 14″3 la seconda serie. Un po’ affaticato, non ho voglia di soffrire quindi decido che posso fermarmi e mi va bene così.

Domenica mattina con l’organizzazione familiare sono messo malissimo, salta la mia seduta di velocità in salita al parco, salta pure la seduta in pista e perfino quella attorno alla Stadio Brianteo. Mi rimane una carta e me la gioco. Accompagno la principessina in chiesa, scappo in Via Gallarana, e lì eseguo 4x500mt, rec. 3′, in 1’50”, 1’47”, 1’43”, e poi non volendo recupero un po’ di più (5’30”) e sparo l’ultimo in 1’39”. Giusto il tempo di tornare a casa, doccia e andare a recuperare la principessina sul filo del rasoio, mentre il prete congeda tutti.

Alla prossima

La messa è finita, tornate in frettaultima modifica: 2011-12-12T11:10:36+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “La messa è finita, tornate in fretta

  1. Senti, ma è possibili che seghi sempre gli allenamenti ? Ma scusa allora mettini un 2x (300+100) …scusa lo “sfogo” , ma poi non lamentarti che chiude sempre male la gara …psicologicamente troncare un allenamento fa malissimo! A costo arrivi strisciando, ma finisci …

    Sul 500 ne abbiamo già parlato! :)) Allora pensiamoci per Ancona, eh? :))

  2. No, aspetta, non fraintendere, avrò segato una seduta forse una o due volte nella mia vita, per coem dici tu Qui è una cosa diversa. La seduta nella mia testa nasce con 3 serie, ma con tempi molto più cauti, tipo 47 e 15, che chiaramente sarei riuscito a fare ad occhi chiusi. poi però ci sono delle giornate in cui ho voglia di fare tempi più veloci (anche se non ha molto senso, ma mi diverte!), ed è chiaro che poi se reggi 3 serie, bene (grasso che cola), altrimenti è normale che devi ridurre il volume. peraltro fa anche male esagerare con qualità e volumi insieme, nella stessa seduta. ma i miei limiti del gionro non li conosco e mi regolo di seduta in seduta…questo è il vantaggio di allenarmi con tabelle self made! 😉

    I 500, poi ho misurato meglio, erano 530mt , ma va bene lo stesso…per Ancona…chissà, dai, per il momento mantengo la mia NONVOGLIA di gareggiare FIDAL, poi vederemo.
    😉

  3. non fare il furbetto 🙂 non è la prima volta che tronchi una seduta, lo fai spesso!

    Vero Nicola?

    Poi peggio ancora: la seduta va pensata per finirla!!!! Questo secondo me può essere uno svantaggio non un vantaggio…

  4. Ha ragione Lucky.
    Se un troncatore folle

    :-)))))

    La soluzione è corrompere il Clero.
    Accordati col reverendo per tenere un sermone lungo ed è fatta!

    Ciao!

    PS
    Io mi sa che da gennaio mi faccio una scorpacciata di campestri. Ho visto che da aprile/maggio a settembre mi spengo completamente. Nei mesi freschi invece son bello pimpante. Per cui…meglio cogliere l’attiimo no?

    Ariciao!

  5. uzì sei un mito
    prima o poi mi faccio una campestre per farmi un giro insieme a voi, e poi mi ritiro, troncando la gara, così accontento pure Lucky
    😉

Lascia un commento