Il deserto del Giuriati

Saranno tutti in settimana bianca, boh.

Sta di fatto che in pista c’è pochissima gente in questi giorni, e un sole spettacolo.

Se è vero quel che pare dicesse il coach di Pizzolato, che cioè val la pena insistere sulle sedute che ci fanno soffrire di più (lui se non ricordo male però intendeva per lo più psicologicamente) allora la seduta di oggi è un’altra di quelle con cui dovrò cimentrami di frequente. Mi sarebbe piaciuto replicare una seduta fatta con Lucky tempo fa, 6×200 rec. 2′ + un 400 dopo 4′ allo stesso ritmo, ma mi rendo conto che non sono ancora all’altezza e quindi scelgo un 5×200 in 33″0 – 32″1 – 31″5 – 32″2 – 33″0 e dopo 6′ un 300 in 49″7. E che fatica mamma mia, sarebbe stato impossibile aggiungere anche solo un metro…

Ma considerando che è il terzo allenamento di seguito dopo una mezza influenza che mi ha fermato per 5 giorni, direi che va bene così.

P.S. Nel mio abituale dopopista alla Pizzeria Mundial, ho finalmente scoperto uno dei trucchi della loro ottima focaccia genovese (… 1pz 80 centesimi, 2 pz 1 solo euro!). A metà cottura la tirano fuori e con un’oliera piena d’acqua anzichè d’olio la cospargono. Poi a fine cottura la tirano fuori e prima di tagliarla a pezzi la spennellano usando un pennello grande (sarà un Cinghiale?) e sgocciolante olio evo (presumo e spero lo sia).

Alla prossima

Il deserto del Giuriatiultima modifica: 2012-01-13T14:34:00+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Il deserto del Giuriati

  1. Cavolo me lo ricordo quel 6×200 …ero appena rientrato o comunque rientrato da poco e che fatica …

    Da quello che leggo sei parecchio indietro, ma è normale, ti riprenderai presto e a febbraio faremo delle sedute killer, preparati …

    E poi gli indoor …sarà la nostra prima sfida sui 4 del 2012!

  2. credo di essere indietro sì, ma più che altro per la salute che non è ancora al 100%

    domani a briosco non riesco, mi spiace

Lascia un commento