1973

In pista sempre meno gente, ma è lunedì, ci sta.

Ci volevano i guanti oggi. E meno male che c’era il sole, perchè il gelo lo sentivi dappertutto. Dappertutto tranne nelle gambe che erano toniche da subitissimo, tanto vale approfittarne e dopo un solo giro di riscaldamento, complice anche il poco tempo a disposizione parto per una cosa che là per là non so cosa sarà, tanto l’allenamento tutto è tranne scienza esatta, e quindi chi se ne fotte e tanto vale seguire l’istinto del momento che magari c’azzecca di più.

Un 200 in 41″, poi in 39″, poi 38″, poi 37″ e infine 36″. Mi sento bene e allora i 200 diventano dei 300 ma il recupero passa da un minuto a un minuto e mezzo. Li corro in 55″, poi 57″ poi 56″. Spero che il totale faccia cifra tonda, ma mi accorgo che vien fuori un insignificante millenovecento…tanto vale aggiungere un 73 metri tondi tondi, in 11″8, ma almeno così la seduta un senso ce l’ha.

Ho giusto il tempo per una doccia veloce e le solite 4 focacce tagliate in due, da mangiare in ufficio davanti al PC.

Alla prossima

1973ultima modifica: 2012-01-16T15:17:13+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “1973

Lascia un commento