Generosa mente

Ma solo la mente, per ora.

Partiamo dal principio. Mi accordo con Alessio per una seduta alle ore 18, basata su 5-6×200, recupero 2′ circa e poi dopo 4′ un 400.

I tempi dovrebbero essere sui 32″ e il 400 allo stesso ritmo. Ma non ho fatto i conti con la generosità atletica di Alessio che è già in forma eccellente e gira in 28″ e rotti di media, anche se il nostro recupero alla fine sarà di 2′ con l’aggiunta di una generosa manciata di secondi.

Il mio ritmo non è minimamente paragonabile al leone che c’ho davanti, ma miglioro di molto la mia prestazione di 15 giorni fa, e corro in 30″4 – 32″2 -31″1 – 31″3 – 30″7.

Avvertiamo il peso di un rtimo troppo elevato, sia nelle gambe che nel fiato e decidiamo di fermarci per 5′ con l’aggiunta di un’altra generosa manciata di secondi prima di ripartire per il nostro bel 400 finale. Ai 200 siamo quasi appaiati, passando io in 30″ alto e lui un pochino meglio, ma nella seconda parte impieghero circa 37″, arrivando in pratica strisciando al traguardo in 1’08”, mentre Alessio chiude in 1’03”. Dopo 3′ i bpm sono 104 per me 116 per lui, magra consolazione però, che in realtà racconta di una prova spinta d parte di Alessio, più che di una mia buona capacità di recupero.

In ogni caso questa seduta mi dice che sono lontano dalla forma di maggio 2011, quando in compagnia di Lucky feci tutt’altri tempi con tutt’altri recuperi, per non parlare delle sensazioni.

 

Alla prossima

Generosa menteultima modifica: 2012-01-31T10:00:00+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento