Prima vera

d997cc4ac4f6943d2078ea4f3031e905db526ab7_m.JPG

Il menu che mi presenta Lucky (… er Califfo è il cuoco) prevede 3×400 in 63″, recuperando 6′.

Non è esattamente nelle mie corde farne 3 a quel ritmo e con quel misero recupero. Infatti è un lavoro specifico per ottocentista.

Ma insomma, male non mi farà … provarci.

Daniele come sempre si propone di farci compagnia, ma solo per il dessert, cioè gli ultimi 150 metri.

Dico Lucky, passo tra i 30 e i 32″, poi se siamo lenti ti faccio un segno col pollice verso, se siamo in linea il pollice è in su… Ok? ….. Risponde Ok…ma è evidente che sta pensando ad altro…

Pronti via! Ai 100 ci arrivo in 14″ alto, rallento ma ai 200 sono ancora in 29″ alto, cazzarola troppo veloce, e mo …che segno gli faccio?

Alzo tutti e due i pollici, sperando che capisca, ma per fortuna è un po’ indietro, quindi almeno lui sta facendo il ritmo giusto. Chiudo con 1’01” netti, e lui un pochino indietro. Bene. Stanco, ma almeno un altro – penso – riesco a farlo.

Pronti via! Prendo bene il ritmo e ai 200 il passaggio questa volta è giusto, in 30″ alto e la chiusura è composta in 1’02″8. Anche qui lui è solo un pelo dietro, saggiamente.

Ma appena mi fermo, mi accorgo di aver glutei e gambe completamente imballate. Capisco subito che non è cosa continuare, e mi convinco che il Califfo ha cannato anche per lui la seduta, ritmo troppo elevato con recupero troppo breve. Non ce la farà! mi dico. E invece, mentre io rimango al palo, Lucky non solo riesce a fare il terzo ma riesce asnche a chiuderlo sotto i 65″. Molto bene.

La seduta però non finisce qui, perchè ci aspettano i lavaggi muscolari

Ovverosia 4x50mt. Penso sia una sciocchezza, questa storia del lavaggio, ma gli faccio compagnia lo stesso. E devo invece ammettere che fatti in spinta controllata, già dopo il primo 50, le gambe sembrano beneficiare di una sensazione che è proprio la stessa che si prova dopo una doccia quando sei infangato.

I tempi 7″86 – 7″16 -7″06 – 7″00.

E’ stata la prima vera seduta della stagione con accumulo di lattato, volume 800 metri, e direi che sono soddisfatto.

Rimane il rammarico di non poter mangiare insieme come al solito, ma devo scappare.

Mi consola un panino con mortadella e maionese, residuato bellico della mensa, da mangiare davanti al PC.

 

Alla prossima

 

 

 

Prima veraultima modifica: 2012-02-22T15:05:00+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Prima vera

  1. Devo dire che oggi mi sembrava veramente di essere fuori forma, ma è tutta una questione mentale – in effetti pensavo ad altro, ma ti ho ascoltato e al passaggio dei 200 sapevo che saresti andato forte (come nel 350) – un po’ saggiamente, ma anche un po’ DI CULO sono stato sempre quel mezzo secondo dietro che mi ha regalato la grande emozione LATTICA del 3° con pure quei 2 in mezzo la pista che mi han fatto sgolare dal 150 al 180 …al terzo grido ho detto “PISTA CAZZZOOOOOO” ……

    Sono contento e sui 50 finalmente ti sei convinto – io rincaro e devo dire che è come un’eiaculazione :))))) BOLLINO ROSSO!!!!

    Grandi ! E grande anche Daniele che sugli ultimi 100 “di cuore” mi ha dato un bel riferimento!

Lascia un commento