Da Peppe e Leo

Anche quest’anno non è la rondine ma Daniele a far primavera.

Vado al campo Giuriati voglioso di non fare niente di impegnativo, che sono stanco, assonnato e pure un pochino scoglionato. Anzi quasi quasi mi stendo sul materassone a prendere il sole, come spesso fa Daniele. Ma arrivato in pista vedo che il ragazzo è proprio lì sul materassone impegnato in dolce compagnia, e allora desisto. E quindi mi tocca lavorare!

Me la cavo con meno di 10′ di corsetta, 2x50mt di corsa galoppata, 2x50mt di corsa calciata, 2x50mt di corsa calciata sotto. E che fatica, perdinci!

Poi vado sui gradoni, per prendere il sole, ma il senso di colpa mi assale, perchè c’è peraltro il fondista bergamasco che si sta dannando col zompazompa … e allora faccio qualcosa anch’io. Eseguo 3x 13 balzi a piedi pari (tipo balzi a rana) sui gradoni e chiudo con un GGG in 1’30”. Ho tutto il tempo di una bella doccia e un bel panino con salamella crauti e senape, il mio preferito da Peppe e Leo.

 

Alla prossima

 

P.s.: per la cronaca, Daniele era a torso nudo e con pantaloncini corti sgambati…

Da Peppe e Leoultima modifica: 2012-02-27T14:40:55+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Da Peppe e Leo

  1. 🙂 oh, ma sai che le gambe hanno faticato mica poco a fare quell andaturelle del piffero

    non preoccuparti cmq, che mercoledì ti faccio correre … e piangere :-)))
    dopo la prima manovra lacrime e sangue, la seconda prevede lacrime e corsa 😉

Lascia un commento