Che lo sforzo sia con me

Ieri dopo una giornata di 14 ore di lavoro con trasferta balorda su TLV (treni a lentissimissima velocità, un solo convoglio e con motore diesel…), uscito di casa col buio e col buio rientrato, trovo energie residue per fare 2×40 accosciate poco prima di andare a dormire. Una fatica immane!

Oggi vado in pista molto indeciso e allora lascio la negoziazione tra testa e corpo per decidere cosa fare. Si intromette nel dibattito Daniele che mi dice dai che domani ci facciamo insieme 6×150 con recupero 3-4′.

Ecco, allora mi decido e faccio una cosa piuttosto aerobica.

Corro per due volte 300+250+200, recuperando 1’30”.

I tempi sono 56″2 – 45″0 – 34″8 poi 54″6 – 45″5 – 34″8. Avevo pure una mezza intenzione di fare un’ultima terzina, ma la fatica era tale che decido di ripiegare su doccia e panino con salamella. E così sia, domani è un altro giorno.

 

Alla prossima

Che lo sforzo sia con meultima modifica: 2012-03-22T14:55:00+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Che lo sforzo sia con me

  1. boh, spero di no…
    nel dubbio martedi il panino era col wurstel (…la salamella era finita)!

    :-))))))

  2. nel secondo paragrafo si vede quanto ti sono mancato 🙂

    stasera sono tornato da Reggio e mi sono trascinato in 10K a 4.57, sto a pezzi , speriamo di guarire almeno per domenica….

Lascia un commento