Tensioni pirotecniche

Se non scoppio ora non scoppio più.

Le tensioni sono alle stelle, il morale quasi ai minimi storici. Trovare la forza e la voglia di allenarsi in pausa pranzo è un esperimento che non mi riesce oggi. La testa latita.

Devo quindi aspettare che la voglia arrivi, e arriva verso le ore 19 per andare su Via Gallarana a farmi i miei 3×500, con recupero 4′, sulla scia del Levriero.

Corro in 1’28” – 1’27” – 1’25”, ma che fatica l’ultima. Sorprende ancora una volta la questione dei bpm, non li conto dopo la prima ripetuta, ma 3’30” dopo la seconda sono 106, e 3’30” dopo la terza ed ultima ripetuta sono meno di 100. Vorrà dire che son partito freddo … o che ho un futuro come fondista? 🙂

Ora vado a mangiare i fagioli alla messicana della reginamadre, bissando la minestra di fagioli del pranzo in mensa.

 

Alla prossima

 

Tensioni pirotecnicheultima modifica: 2012-04-23T20:09:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Tensioni pirotecniche

  1. Ven allenamento caccia stress garantito! 🙂

    Sul fondista ci andrei cauto :-)) ma tra qlc anno possiamo sfidarci sui 10K 🙂

  2. Ciao Danì.
    Io pure…uguale uguale.
    La voglia e la forma del brianzolo è svanita….
    Mi consolo, che mi conosco….tanto so che poi passa 🙂

    La cosa che ti invidio sono i fagioli alla messicana della regina madre.
    Farei carte false per mangiarli!!!

  3. @lucky, venerdì magari combiniamo qualcosa insieme dai
    @uzì, se il mondo va avanti così tra un po’ io e te andremo a correre senza limiti di orari… e cmq alla prima ocasione i fagioli te li faccio io con la ricetta della reginamadre
    @nicola, è diverso dai, io avevo il tuo riferimento da battere, avevo stimoli. e comunque 4′ di recupero non sono 3′ eh, e poi per correre il miglio devio essere in grado di tenere il ritmo per l’intera distanza, senza recuperi, e lì sei un maestro. quindi tirati su.

Lascia un commento