Nel miglio

Nel tirare il primo mille del miglio del Levriero, oggi ho probabilmente fatto una cosa che non era utile nè a me nè a lui.

Non utile singolarmente, intendo, rispetto cioè al fine che quest’anno potremmo avere io (preparare il GIRO) e lui (migliorarsi nel 1500 e nel miglio). Però è stato certamente utile per stare un po’ insieme che è sempre un piacere e quando capita bisogna cogliere le occasioni.

Chiudo il mio mille in 3’15” circa, francamente senza particolare affanno, poi lascio che Nicola concluda la sua volata mentre io gli urlo come al solito di chiudere il buco e devo dire che lo fa bene, nonostante il crono finale non sia interessante per la statistica arriva quinto e in bella spinta.

Dopo 6′ cerco di dare un senso alla mia seduta aggiungendo un GIRO, in modalità Event Run (mi pare si dica così), cioè la prima parte veloce, poi galleggiando per 200 metri, e tornando a spingere con le energie residue negli ultimi 100 metri. Crono finale 1’08”, piuttosto alto, ma gambe cotte, d’altronde negli ultimi giorni mi son dato da fare con sedute impegnative, che era pure ora!

Spettacolare il mio nuovo pranzo primaverile scoperto oggi, a soli 4 euro nella nuova gelateria di fianco all’ufficio: ciotolona di yogurt bianco con kiwi, melone bianco, fragole, muesli e praline di cioccolato. Da ripetersi assolutamente.

 

Alla prossima

Nel miglioultima modifica: 2012-05-03T16:25:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Nel miglio

  1. @lucky, non vedendo il levriero nelle immediate vicinanze mi son lasciato passare da un paio di loschi figuri che mi hanno un po’ rallentato, ache se non pensavo così tanto. Fino agli 800 cmq eravamo in tabella di marcia.

    @d.ssa Tirone, la salamella non si faceva in tempo oggi, mannaggia

  2. ma… d.ssa tirone…il risultato è sempre zero…ecco perchè c’ho sempre fame anche dopo averla mangiata
    😉

Lascia un commento