Vieste moun amour

Insomma, una settimana passa in fretta, ma è intensissima e indimenticabile, se fai le cose che ami fare.

Mare, genitori, famiglia, figli, spiaggia, salite, quiete, piscina, mangiar bene, dormite pomeridiane, nuotate mattutine, corse preserali e strusci paesani alla sera, prima di esser accompagnati nella notte dai versi più strani delle pinete del gargano, con campi di ulivi alle spalle e mucche a pascolare e il mare davanti.

Ci stanno dentro nello specifico:

– venerdì 15 una salita al Lissolo in mtbk prima di partire per Foggia, in 12’15”, tempo da limare quanto prima (soprattutto prima che uzì mi umili!)

– sabato 16 a Vieste, si nuota in piscina, 300 metri e si dorme tanto

– domenica 17 si nuota 200 metri più one shot a cannone su vasca secca (25metri) in 17″15; la sera l’Orlanda del Gargano in tempo record di 2’16”

– lunedì’ 18 si nuota 200metri in 5’07” (2’28” ai 100) e la sera si abbassa il record sulla salita dell’ Orlanda del Gargano, in 2’14”

– martedì 19 si nuota 200 metri in 4’34” (2’07” ai 100) e poi 50 metri a cannone in 42″, la sera in spiaggia al tramonto 8xcirca200metri in 35″, recuperando 1′, poi ancora 50 metri di nuoto in piscina prima di cena

– mercoledì 20 si nuota 50 metri in 42″ e poi 100 metri in 2’05”, che a virare si fa una gran fatica tecnicamente

– giovedì  21 si nuota 400 metri (son 16 vasche!) in 11’42” e la sera 25′ di fondo lento sulle curve in saliscendi del garagano

– venerdì 22 velocità in salita alla sera, 4xcirca200 metri, recuperando 4′, in 36″ – 30″ – 29″ 29″

 

Oggi si riparte. Da Pirlo.

 

Alla prossima

 

Vieste moun amourultima modifica: 2012-06-25T11:47:00+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento