Correre e fuggire

Dopo una settimana di nulla cosmico a causa di tarsferte e pioggia, oggi alle 13 mi fiondo in pista e con la coda dell’occhio vedo che è tornato Leo, il mio salamellaro preferito! Corro praticamente col pensiero fisso al panino, mentre inanello una serie di 200 briosi alternati a dei 100 lenti, con l’obiettivo di chiudere un 1500 variato per (ri)costruire la condizione aerobica di base.

La sequenza dei tempi è 23″/41″ 26″/40″ 26″/39″ 29″/40″ 27″/40″ per un totale di 5’37”. Ci sarebbe una mezza intenzione di fare due gradoni, ma decido di desistere, così magari domani c’ho la forza e la voglia di correre ancora.

 

Alla prossima

 

Correre e fuggireultima modifica: 2012-10-29T14:30:42+01:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento