Il ritorno alla pista

Breve, intenso ritorno.

Stamattina ore 9,15, dopo un paio di mesi dall’ultima volta, torno alla pista di atletica, torno per una sfida col fratellone, che si sta allenando con continuità da alcuni mesi.

Tre volte i 30mt mi dicono subito due cose, la velocità c’è ancora (4″10 senza forzare), la tenuta non molto. E così sarà la gara.

Mio fratello parte in seconda corsia, io in terza.

Durante la percorrenza della curva mi mangia il gap di corsia e si presenta sul rettilineo con un po’ di vantaggio, sto per urlargli evogghj che oggi perd, ma porto pazienza e cerco di rimanere composto. A metà rettilineo mi accorgo che lui cede un po’, io recupero, recupero e lo affianco. Colpo di reni sul finale e passo per primo il traguardo, sostiene lui, perchè io non saprei proprio dirlo.

Il tempo comunque segna 19″03, lui lamenta (e lamentava anche già nel riscaldamento ad onor del vero) brividi e fiachezza. Nel pomeriggio infatti gli sale la temperatura a 38, con mal di gola. Insomma, ho vinto contro un avversario febbricitante e debilitato :-). La rivincita è d’obbligo, vedremo quando.

 

Alla prossima

Il ritorno alla pistaultima modifica: 2013-07-14T20:31:24+02:00da pandanilo
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Il ritorno alla pista

  1. sì, scusa, la stanchezza forse mi annebbiato e non ho scritto la distanza…150, giusto.
    Tu come stai? Allora da ottobre si prepara questa stagione da quarantenni insieme o no?

  2. assolutamente si !! Dobbiamo organizzarci sugli allenamenti perchè il gruppo è tosto – ieri è tornato Frederic e mi sono letteralmente sfondato – Eravamo io, lui, Antonio, un’altro che non conosci e Francesco un M35 nuovo molto simpatico che si allenerà con noi – grandi doti ex pallavolista –

    150+300+150 R10 – 18″9 – 41″5 – 19″4 – ero talmente stanco che non stavo in piedi alla fine , fortuna che Lorenzo mi ha dato una pastiglia di enervit altrimenti svenivo !!! Ma che ridere!

  3. signori, parliamo di cose serie…oggi con un sms uzì (che è al mare, quindi non è detto che torni vivo) voleva sondare la nostra disponibilità a replicare i “giochi della senilità di Montevecchia”…magari unendo bici, corsa e uova fritte, verso fine luglio 🙂 che ne dite?

  4. E poi a Montevecchia se chiedi uova fritte ti inculano sul conto eh? Ricordo male o pagammo salato per quel che ci diedero?

    Però….’na pizzetta……..

    OH
    Io ci sono anche se si vuol fare in pista a Villasanta o parco di monza eH! magari non Milano, se no mi vien un po’ lunga….ma pure fino a Cinisello ci so arrivare.

    Di più no, che poi non si vede più il Bolettone e non riesco poi a tornare indietro a casa…… :-)))))))

Lascia un commento